Francia, 80enne spara contro moschea a Bayonne/ Arrestato ex candidato Front National

- Niccolò Magnani

Francia, spari contro moschea a Bayonne: arrestato 80enne ex militare candidato al Front National. Chi è il sospetto terrorista arrestato: 2 feriti

Francia, moschea Bayonne
Francia, moschea Bayonne (Twitter BfmTv, 2019)

Mistero e incredulità per quanto sta succedendo a Bayonne, cittadina nei Pirenei Atlantici in Francia: stando a quanto raccontato dalla polizia pochi istanti fa, un uomo di oltre 80 anni avrebbe sparato diversi colpi contro la moschea locale provocando anche due feriti, un 84enne e un 87enne. Secondo quando riportato da France Télévisions si tratterebbe di un ex militare 80enne già candidato di Front National nelle Landes di nome Claude Sinké: ha sparato 4 colpi ferendo i due anziani appena fuori dalla moschea in maniera molto grave. Immediato è stato l’intervento delle forze di sicurezza e della polizia locale che hanno arrestato il presunto attentatore nella casa dove si era rifugiato a Saint-Martin-de-Seignanx: secondo BfmTv l’uomo si era rintanato in casa salvo poi ritrovare nella sua auto una bombola di gas e un’arma, probabilmente usata nell’attacco alla moschea di Bayonne. Sui canali social la polizia di Bayonne ha confermato un ingente intervento di forze dell’ordine a rue Joseph Latxague: pare che Sinké abbia subito ammesso i fatti anche se resta l’assoluto mistero sui motivi che avrebbero portato a quell’attentato.

CHI ERA L’80ENNE CHE HA SPARATO CONTRO LA MOSCHEA

Non lontano dal luogo di culto islamico di Bayonne mentre andava in scena la sparatoria si sarebbe avvertita anche una piccola esplosione forse dovuto da una tanica di benzina data a fuoco in precedenza dallo stesso 80enne attentatore: la dinamica ricostruita da Le Monde al momento vede l’inizio della tentata strage poco dopo le ore 15 quando l’uomo fa irruzione nella moschea e spara 4 colpi che feriscono una fedele islamico al braccio e un altro al collo. Poco prima di scappare pare che Sinké abbia anche dato fuoco ad un veicolo; come riporta Repubblica, nel 2015 è stato candidato (nel distretto dove è stato arrestato) per il Front national, il partito di estrema destra guidate da Marine Le Pen, ottenendo al primo turno il 17,45% dei voti. Resta da capire perché l’ex candidato del FN abbia sferrato un attacco contro una moschea di provincia e perché contro altri due anziani; non solo, andrà chiarito come l’uomo possa essere entrato nella moschea senza che nessuno abbia verificato/controllato chi fosse.



© RIPRODUZIONE RISERVATA