GAS NELLA METRO DI LONDRA/ Due uomini in fuga: Polizia gli dà la caccia

- Dario D'Angelo

Gas nella metro di Londra: la Polizia dà la caccia a due uomini in fuga. Diverse persone intossicate dopo sospetto attacco a base di lacrimogeni nella stazione di Oxford Circus.

gas metro londra 2019 twitter
Gas nella metro di Londra: due uomini ricercati, foto da Twitter

Diffondono gas nella metro di Londra e poi si danno alla fuga. Due uomini sono ricercati dopo aver compiuto un sospetto attacco con gas lacrimogeni nella centralissima stazione di Oxford Circus. Diverse persone hanno avuto bisogno di assistenza dopo aver accusato problemi di respirazione e tosse. Secondo la polizia, i sintomi lamentati dai frequentatori della metro suggeriscono che quello usato dai due uomini sia proprio gas lacrimogeno. La coppia è stata ripresa in azione dalle telecamere di videosorveglianza presenti nella stazione metro, con la polizia che ha potuto diffondere le fotografie dei due nella speranza che qualcuno possa fornire informazioni utili al loro arresto. Nelle immagini si vede un uomo dai capelli scuri sulla trentina e insieme a lui uno coi capelli rossicci che appare leggermente più giovane.

GAS NELLA METRO DI LONDRA

Entrambi gli uomini sospettati di un attacco con gas lacrimogeni nella metro di Londra indossano jeans, maglietta e scarpe da ginnastica. La British Transport Police è stata allertata alle ore 9:13 locali di oggi, sabato 20 luglio 2019. Le condizioni dei passeggeri che hanno accusato problemi di respirazione non destano preoccupazione. Il gas utilizzato è CS, che causa ustioni a naso e gola. Renae Brown, 27 anni, che era in viaggio verso nord sulla Victoria Line, ha raccontato all’Evening Standard che si stava recando a Oxford per il compleanno del fidanzato: “Avevamo appena lasciato Green Park quando c’è stato un po’ di trambusto nel vagone accanto al nostro, ma non riuscivamo a capire cosa stesse accadendo, abbiamo pensato che la borsa di qualcuno fosse rimasta incastrata tra i due vagoni. Poi dal vagone accanto sono arrivati due uomini barcollando, abbiamo pensato fossero ubriachi. Allora tutti hanno cominciato a tossire e a scostarsi. Il mio primo pensiero è stato di andarmene e ho sperato che nessuno tirasse il freno d’emergenza perché saremmo rimasti bloccati. Appena arrivati a Oxford Circus siamo scappati”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA