Giornata mondiale del bacio, 6 luglio/ Il record di una coppia thailandese: 58 ore!

- Mirko Bompiani

La Giornata mondiale del bacio è finalmente arrivata: sui social si celebra in tutto il mondo l’International kissing day.

giornata mondiale del bacio
Immagine di repertorio

Oggi, lunedì 6 luglio 2020, si celebra in tutto l’orbe terracqueo la Giornata mondiale del bacio, altresì denominata “World Kiss Day”. Una ricorrenza che quest’anno, per ragioni di prudenza e per rispetto delle normative anti-contagio connesse alla pandemia di Coronavirus che ha messo in ginocchio il mondo intero, dovrà necessariamente essere celebrata in maniera meno tradizionale rispetto a quanto accaduto in passato. A proposito di passato: è da ricercarsi negli anni precedenti la ragione per la quale si è deciso di far coincidere questa ricorrenza con il 6 luglio. È in questo giorno, infatti, che è stato dato il schioccato il bacio più lungo di tutte le epoche. A scambiarselo, una coppia thailandese nell’ambito di una gara: l’uomo e la donna hanno mantenuto le loro labbra incollate addirittura per 58 ore consecutive, superando il primato da loro stessi stabilito anni prima, che si attestava a quota 46 ore. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

GIORNATA MONDIALE DEL BACIO, LE CITAZIONI PIÙ CELEBRI

Continuiamo il nostro viaggio nelle celebrazioni per la Giornata mondiale del bacio e proseguiamo nel fornirvi consigli su frasi e citazioni da inviare sui social network e su Whatsapp. Partiamo da una celebre frase di Maurice Maeterlink: «Ci sono delle cose che non si possono dire che con un abbraccio… perché le cose più profonde e più pure forse non escono dall’anima finché un bacio non le invoca». Poi una frase di Ercole Scerbo: «Dal punto di vista psicofisico nessun bacio è identico a un altro. Le labbra e le anime, infatti, non s’incontrano mai nella stessa maniera». Infine, la celebre attrice Jeanne Bourgeois: «Un bacio può essere una virgola, un punto interrogativo o un punto esclamativo. È una fondamentale regola di lettura che ogni donna dovrebbe conoscere». (Aggiornamento di MB)

GIORNATA MONDIALE DEL BACIO, OGGI 6 LUGLIO

Oggi, lunedì 6 luglio 2020, si celebra la Giornata mondiale del bacio: la 30esima ricorrenza dell’International kissing day arriva in piena emergenza coronavirus ed ha certamente un sapore diverso rispetto al solito. Sui social network si sta celebrando uno dei più grandi gesti d’amore in assoluto, ma anche il mezzo attraverso cui solitamente ci si saluta in Italia o in Spagna. Purtroppo oggi vedremo sfoggiare sul web meno scatti di persone mentre si baciano a causa del Covid-19, ed è giusto che sia così secondo la sessuologa Roberta Rossi: «Quest’anno i baci sono in stand by. È un momento di sospensione rispetto a questa attività, a meno che non siano all’interno di una relazione stabile, tra persone che hanno trascorso insieme la quarantena e che non hanno avuto modo di contrarre il virus. Tutte le altre persone, invece, dovranno sospendere questo comportamento, poiché è la saliva il maggior veicolo di trasmissione del virus e occorre fare molta attenzione che questa modalità non sia portata avanti», le sue parole ai microfoni di Io Donna.

GIORNATA MONDIALE DEL BACIO, LE FRASI CELEBRI

Immagini, Gif ma soprattutto tante frasi sui social network per festeggiare la Giornata mondiale del bacio e noi vi vogliamo venire incontro fornendovi qualche suggerimento. Partiamo da una celebre frase di Yves Montand a proposito di Marilyn Monroe: «Mi chinai per darle il bacio della buonanotte, ma d’un tratto il bacio si fece selvaggio, un incendio, un uragano. Non potevo fermarmi». Questa una frase legata a Emily Bronte: «Non disse parola e non rallentò la stretta per cinque minuti buoni, durante i quali le diede più baci di quanto, potrei giurarlo, non ne avesse mai dati in tutto il resto della sua vita». Infine, una frase di Isabel Allende: «L’ardore di quel bacio non li abbandonò per molti giorni e riempì di fantasmi delicati le loro notti, lasciando il ricordo sulla pelle, come una bruciatura. La gioia di quell’incontro li rapiva, facendoli levitare per strada, li spingeva a ridere senza motivo apparente, li risvegliava concitati nel mezzo di un sonno. Si toccavano le labbra con la punta delle dita ed evocavano esattamente la forma della bocca dell’altro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA