Green pass necessario per votare?/ No, ma c’è una sola eccezione: ecco quale

- Silvana Palazzo

Green pass necessario per andare a votare? No, ma c’è una sola eccezione: ecco quale. Per il resto servono solo mascherine e gel igienizzante (già presente alle urne)

Controlli Green Pass
Roma, controlli Green Pass al Colosseo (LaPresse)

Green pass necessario per andare a votare: questa l’ultima bufala che stanno diffondendo i no vax sui social. Hanno trovato terreno fertile anche perché di recente è stato esteso l’obbligo del certificato verde a tutti i lavoratori, mentre si avvicina il momento delle elezioni amministrative in oltre mille comuni italiani e nella Regione Calabria. Da qui il dubbio riguardante la necessità di avere il green pass per andare a votare. Un dubbio che qualcuno ha usato per creare una fake news ad hoc inasprendo ulteriormente il clima. Ma non c’è niente di vero. In base alla normativa vigente non serve il green pass per recarsi alle urne ed esercitare il proprio diritto di voto.

Né il decreto-legge n. 117 del 17 agosto 2021 (quello con le disposizioni sulle modalità per la raccolta del voto per le elezioni dell’anno in corso) né le circolari del Ministero dell’Interno prevedono questo come requisito per votare. La circolare del Viminale del 16 settembre indica solo che gli elettori devono essere muniti di mascherina di protezione e disinfettarsi le mani con il gel igienizzante presente all’ingresso dello stesso seggio.

GREEN PASS PER VOTARE? NO, MA CON UNA ECCEZIONE…

In base al decreto-legge sopracitato, l’elettore deve inserire personalmente la scheda nell’urna anziché consegna allo scrutatore. Nel Protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni elettorali dell’anno 2021 del Ministero dell’Interno e del Ministero della Salute si precisa, per quanto riguarda l’accesso degli elettori ai seggi, che è rimesso a loro il rispetto di alcune regole di prevenzione, come evitare di andare a votare se si ha febbre superiore a 37,5°C, se si ha la tosse, se si è stati in quarantena o in isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni o se si è stati a contatto con persone positive al Covid nelle ultime due settimane.

Quindi, viene ribadito il requisito della mascherina e della disinfezione delle mani, mentre non vi è accenno a green pass o altri documenti. Neppure scrutatori e rappresentati di lista sono tenuti ad averlo. C’è una sola eccezione: devono avere il green pass solo i membri delle sezioni elettorali ospedaliere presso le strutture sanitarie che ospitano reparti Covid e dei seggi speciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA