Green Pass, nessuna scadenza per chi la terza dose/ L’idea del Governo

- Josephine Carinci

Il Green Pass potrebbe cambiare presto regole: il Governo starebbe pensando di togliere la scadenza a chi ha la terza dose. Ecco cosa potrebbe succedere

Green Pass nei bar
Controllo Green Pass (LaPresse, 2022)

Green pass, presto novità in arrivo? Il Governo starebbe pensando di cambiare nuovamente le regole riguardo la certificazione verde, aumentandone la durata per chi ha la terza dose. Nei precedenti Decreti il Consiglio dei Ministri aveva infatti deciso di ridurre da 9 a 6 mesi a partire dall’1 febbraio la durata della certificazione. Questo però rappresenterebbe un problema non da poco per i primi hanno fatto la terza dose. Per questo motivo, come spiegato da fonti di governo, per chi è in possesso della terza dose “si valuteranno soluzioni”. L’idea è quella di effettuare una proroga, quasi inevitabile. Al momento, infatti, non si parla ancora di quarta dose e dunque la possibilità che venga “cancellata” la durata del Green Pass stesso è realistica.

I tecnici del ministero della Salute sarebbero dunque già a lavoro per evitare la scadenza del Green Pass in tutti coloro i quali sono in realtà già in possesso della terza dose, ma ai quali potrebbe scadere presto la certificazione per motivi temporali.

Green pass, l’idea del Governo: cancellata la durata?

Nel cosiddetto “Decreto di Natale”, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 24 dicembre, non solamente è stata estesa l’obbligatorietà del Green Pass rafforzato per tantissime attività e settori. Ora la certificazione occorre per prendere treni come regionali, per svolgere attività sportiva e per andare dal parrucchiere e non solamente. Il decreto aveva inoltre previsto l’anticipo da 5 a 4 mesi della possibilità di ricevere la terza dose e soprattutto – novità più importante per i vaccinati – aveva scelto di diminuire la durata di validità del Green Pass da 9 a 6 mesi.

Qual è, dunque, il problema? Le persone che si sono sottoposte immediatamente alla vaccinazione e che dunque hanno svolto la dose booster intorno al mese di ottobre, avrebbero la validità del Green Pass soltanto fino a marzo. Questo significherebbe che queste possano realisticamente rimanere scoperte senza certificato, come se non avessero mai svolto vaccinazioni. Visto che al momento non è stata prevista ancora nessuna apertura alla quarta dose del vaccino, è necessario un cambiamento della regolamentazione. Proprio per questo motivo il Governo potrebbe presto intervenire.







© RIPRODUZIONE RISERVATA