Guido Lembo morto per una grave malattia/ “Lo teneva lontano dalla sua Capri”

- Mirko Bompiani

Guido Lembo stroncato da una grave malattia: lo chansonnier caprese era stato colpito sette anni fa da un tumore e poi…

guido lembo
(Video Youtube)

Stroncato da una grave malattia dopo essere stato uno dei più grandi protagonisti della vita di Capri. Parliamo di Guido Lembo, chansonnier e patron della taverna Anema e Core, luogo di ritrovo di politici, imprenditori, rockstar, calciatori e vip di ogni tipo. Il re delle notti capresi è stato sconfitto all’età di 74 anni da un tumore, come fa sapere Il Fatto Quotidiano.

Guido Lembo ha iniziato a fare i conti con il cancro sette anni fa e ha affrontato la malattia con grande coraggio, rispondendo colpo su colpo all’aggressione di ogni cellula del suo corpo. Lo chansonnier è stato sostenuto da un amico di vecchia data come Diego Della Valle, che gli ha permesso di poter usufruire delle migliori cure a Milano. Sembrava guarito, riporta Il Fatto, ma il tumore è ritornato a farsi vivo, questa volta all’occhio.

Guido Lembo morto per una grave malattia

Guido Lembo ha provato in ogni modo a superare la grande battaglia contro la malattia, ma purtroppo non ce l’ha fatta e sono in tanti a ricordarlo con affetto. Nel suo locale di spicco ha accolto le più grandi star italiane e internazionali. Da Beyoncè a Luciano Pavarotti, passando per Chiara Ferragni e Jennifer Lopez: Anema e Core è diventata tappa obbligatoria dell’estate dei vip e Guido Lembo sempre in prima linea per soddisfare la voglia di svago dei suoi clienti. Con la sua chitarra ha fatto divertire vip e gente normale, complice una grande vena goliardica capace di stregare tutti. Prima che la malattia prendesse il sopravvento, lo chansonnier è stato protagonista di un’ultima apparizione pubblica nella Piazzetta di Capri per celebrare la liberazione dal Covid grazie alla campagna di vaccinazione. Il patron di Anema e Core aveva dunque intonato “Malafemmena”, di fronte ad una platea d’eccezione, compreso il governatore campano Vincenzo De Luca.







© RIPRODUZIONE RISERVATA