Huawei P20 e P20 Pro/ Ci sarà il notch come nell’iPhone X: i nuovi smartphone del colosso cinese

Huawei P20 e P20 Pro, ci sarà il notch come nell’iPhone X: i nuovi smartphone del colosso cinese. Un’immagine trapelata mostra la tacca nei nuovi telefoni cinesi

huawei_p20_leaks_2018
I prezzi del nuovo P20 Huawei

Dopo il nuovissimo Asus Zenfone 5, presentato all’MWC di Barcellona, un altro smartphone all’avanguardia è pronto a mostrarsi con il famoso notch. Per tutti coloro che non sapessero di cosa si tratta, stiamo parlando semplicemente della famosa “tacca” che è stata introdotta dalla Apple con l’iPhone X, quello spazietto nero posizionato in alto, che “buca” il display del telefono. E’ nel notch che viene inserita la fotocamera e altri sensori, ed è una sorta di obbligo per tutti quei telefoni all-display, ovvero, il cui schermo ricopre la quasi totalità del dispositivo. Anche i nuovo Huawei adotteranno appunto questa caratteristica, e precisamente i nuovissimi P20 e P20 Pro, che non sono stati presentati a Barcellona al Mobile World Congress, ma che verranno invece mostrati per la prima volta al pubblico il prossimo 27 marzo, in quel di Parigi.

IL DISPLAY 18:9

La tacca è stata accolta con un po’ di scetticismo dai vari utenti, ma i designer di tutto il mondo la stanno utilizzando con sempre più frequenza (Samsung non si è ancora adattata), a conferma del fatto che l’iPhone continua a dettare legge sul mercato, critiche positive o meno. L’indiscrezione della presenza della tacca nei nuovi smartphone del colosso cinese Huawei, arriva direttamente da VentureBeat, che ha pubblicato appunto un’immagine di quello che dovrebbe essere il nuovo P20. I nuovi dispositivi della multinazionale cinese, terza forza mondiale per i telefoni, e seconda assoluta in Italia (la quota del mercato tocca il 25%), dovrebbero inoltre avere un display in formato 18:9, che é ormai il nuovo standard adottato dai vari telefoni presentati a Barcellona. A questo punto non ci rimane che aspettare la presentazione ufficiale in programma alla fine di questo mese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori