IMPRESE & AMBIENTE/ L’Oréal ottiene la tripla A dal Cdp e riduce le emissioni di CO2

- Bruno Zampetti

Nel 2013 L’Oréal ha dato vita a  “Sharing beauty with all”, programma per la sostenibilità che è riuscito a ottenere la tripla A nelle valutazioni fatte dal Cdp

Smog_Carbone_Centrale_Lapresse
Lapresse

IL PROGRAMMA SHARING BEAUTY WITH ALL

La riduzione dei gas serra è uno degli obiettivi più importanti da raggiungere, soprattutto nei paesi sviluppati. Nel 2013 L’Oréal ha dato vita a  “Sharing beauty with all”, programma per la sostenibilità che è riuscito a ottenere la tripla A nelle valutazioni fatte dal Cdp, la piattaforma no-profit globale di rendicontazione ambientale che monitora le grandi aziende e il loro impatto ambientale. Il voto massimo è stato ottenuto nelle categorie clima, acqua e foreste. Importanti i risultati ottenuti nella riduzione della CO2. Nello stabilimento di Settimo Torinese sono diminuite del 100% dal 2005 al 2016. Nello stesso periodo è diminuito del 43% il consumo idrico e del 14% la produzione dei rifiuti.

LE PAROLE DEI RESPONSABILI L’ORÉAL

“Il nostro obiettivo è produrre di più, ma avere un impatto ambientale minore”, sono le parole di Alexandra Palt, responsabile del settore sostenibilità di L’Oréal, riportate da Adnkronos. “La tripla A per noi è motivo di orgoglio, è indice dell’impegno preso a livello mondiale. L’Italia ha sposato appieno questo impegno, come testimoniano i risultati dello stabilimento di Settimo Torinese”, ha detto Francois-Xavier Fenart, amministratore delegato di L’Oréal Italia. Palt ha ricordato anche che l’attenzione per la sostenibilità dell’azienda va incontro all’esigenza di rispondere in modo concreto alla preoccupazione crescente verso la salute, che “è la principale fonte di timore non solo per i millenials, ma soprattutto per le generazioni precedenti che si preoccupano per il loro futuro e per quello dei loro figli. Siamo orgogliosi dei risultati italiani, sono molto positivi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori