SCUOLA/ Cosa c’entra la matematica con le stelle?

- Associazione Diesse

Alcune amiche docenti di matematica, cominciato ad insegnare si sono accorte che i ragazzi avevano un’avversione per la matematica. Accomunate dal desiderio di scoprire sempre più la matematica che si cela dentro la realtà hanno cominciato a collaborare insieme per costruire un sito: www.viamathea.it

scuola_insegnante-lavagnaR375
Un insegnante spiega alla lavagna

Alcune amiche docenti di matematica,  cominciato ad insegnare si sono accorte che i ragazzi avevano un’avversione per la matematica e la domanda che veniva fuori alcune volte con loro era: “Ma la matematica a che serve? Tanto io farò altro nella vita!”.

La provocazione le interroga, anche per loro la domanda è fondamentale.

Accomunate dal desiderio di scoprire sempre più la matematica che si cela dentro la realtà hanno cominciato a collaborare insieme per costruire un sito: www.viamathea.it.

Per ciascuna di loro è iniziato così un cammino, un lavoro, avendo nel cuore la domanda:”Cosa c’entra la matematica con le stelle? Cosa c’entra con quello che vivo?”

La bellezza della realtà emerge ancor più nel tentativo di spiegarla attraverso la matematica.

“Il grande Galileo ha detto che Dio ha scritto il libro della natura nella forma del linguaggio matematico…. il linguaggio della natura – questa era la sua convinzione – è la matematica, quindi essa è un linguaggio di Dio, del Creatore. Riflettiamo ora su cos’è la matematica: di per sé è un sistema astratto, un’invenzione dello spirito umano, che come tale nella sua purezza non esiste. E’ sempre realizzato approssimativamente, ma – come tale – è un sistema intellettuale, è una grande, geniale invenzione dello spirito umano. La cosa sorprendente è che questa invenzione della nostra mente umana è veramente la chiave per comprendere la natura, che la natura è realmente strutturata in modo matematico e che la nostra  matematica, inventata dal nostro spirito, è realmente lo strumento per  poter lavorare con la natura, per metterla al nostro servizio, per strumentalizzarla attraverso la tecnica.” (Benedetto XVI, 6-04-06)

Il sito nasce perchè  i ragazzi, e non solo, possano vedere la bellezza percepita da questi insegnanti e per incontrare altre  persone che ricercano questa bellezza.

Il sito propone spunti, idee, esercizi, consigli bibliografici e materiale didattico, con sezioni sull’umorismo e sugli errori più comuni e stravaganti.

Il tentativo è quello  di spiegare la  matematica forse in un modo un po’ diverso dal solito, guardando la realtà (Il nome viamathea è stato  scelto anche perchè potrebbe essere visto come una “via” un po’ diversa di fare matematica, “math”)

Un esempio: Vi siete mai chiesti come si costruisce uno scaldabagno? Cosa c’entra la matematica con uno scaldabagno?

La spiegazione è accattivante, ricca di immagini, ma assolutamente rigorosa dal punto di vista scientifico.

I materiali sono scaricabili dopo la registrazione gratuita .

Negli ultimi giorni è stato aperto un forum su cui porre domande e inviare contributi.

Postilla finale: le amiche che hanno iniziato il sito sono abruzzesi e la loro passione non è stata “lesionata” dal terremoto, anzi il sito è divenuto strumento per comunicare anche le esperienze di questo difficile momento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Insegnare NON stanca