Integratori alimentari non aiutano il cuore/ Inutili anche per allungare la vita

- Matteo Fantozzi

Integratori alimentari non aiutano il cuore: uno studio dimostra come questi non siano in grado di evitare malattie cardiache e che non aiuterebbero ad allungare la vita.

medicine 2018 pixabay
Integratori alimentari non aiutano il cuore

Gli integratori alimentari non aiutano il cuore, questo è quello che emerge dallo studio della Johns Hopkins Medicine che è riuscito a incrociare i numeri di 277 ricerche. Il consiglio finale in questo senso è di risparmiare soldi ed evitare di cadere in fallo, magari ingannati dalle numerose iniziative atte a “sensibilizzare” il prodotto. Viene specificato come la maggior parte degli integratori di vitamine e minerali in commercio non proteggono affatto dalle malattie cardiache e soprattutto non allungano la vita. Lo studio è stato effettuato in Baltimora e pubblicato sulla rivista specialistica Annals of Internal Medicine.

Integratori alimentari non aiutano il cuore: lo studio

Per arrivare alla conclusione che gli integratori alimentari non aiutano il cuore sono serviti ben 277 studi clinici con ben un milione di persone coinvolte. E’ stato scoperto che l’assunzione della maggior parte dei supplementi di minerali e vitamine non producono danni alla salute, ma non portano nemmeno grandi benefici. Il miglioramento della condizione di salute è dettato da diete a basso contenuto di sale, che portano a un’ovvia riduzione del tasso di mortalità. Questo perché evitano problemi cardiaci e di pressione sanguigna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA