Isola di Jersey: tensione Francia-UK/ Caos pesca post-Brexit: inviate navi militari

- Mirko Bompiani

Clima di altissima tensione tra Francia e Regno Unito sull’Isola di Jersey. La Commissione europea accusa Londra di non rispettare accordi post-Brexit

isola di jersey
L'isola di Jersey attorno alla quale si sono verificate le tensioni fra pescherecci francesi e navi da guerra britanniche (Sky News)

Clima di altissima tensione tra Francia e Regno Unito, motivo del contendere l’Isola di Jersey. Come reso noto dalla stampa britannica, numerosi pescherecci francesi hanno stazionate nelle acque dell’isola del Regno Unito per protesta contro le condizioni imposte nel dopo-Brexit alla pesca francese. La tensione è diventata palpabile quando Londra ha inviato due navi della Royal Navy per «precauzione»: la HMS Severn e la HMS Tamar hanno pattugliato le acque.

Sky News riporta che le autorità francesi hanno confermato l’invio di navi operative militari per una missione di pattuglia, uno spiegamento per «garantire la sicurezza» delle persone in mare e «accompagnare» la flottiglia di circa 50 pescherecci che avevano protestato al largo di St Helier per la mancanza di accesso alle acque intorno all’isola della Manica.

ISOLA DI JERSEY, TENSIONE TRA FRANCIA E REGNO UNITO

Sky News evidenzia che lo scontro tra Francia e Regno Unito è iniziato dopo che Parigi ha minacciato di interrompere l’alimentazione di elettricità all’Isola di Jersey – il 95% dell’elettricità arriva dalla Francia attraverso tre cavi sottomarini – accusando Jersey di ostacolare il rilascio di nuove licenze alle barche transalpini. La protesta dei pescherecci mirava a interrompere la consegna dei rifornimenti e si sono attivate le forze politiche. Boris Johnson ha contattato con il primo ministro di Jersey, il senatore John Le Fondre, il vice primo ministro, Lyndon Farnham e il ministro degli affari esteri, Ian Gorst, ribadendo il suo «sostegno assoluto». La Francia ha attaccato la Gran Bretagna per le sue dichiarazioni sulla questione, ree di aggravare le tensioni, mentre la Commissione Europea ha invitato l’UK a «impegnarsi in buona fede» per risolvere la controversia sulla pesca, ma non solo: Bruxelles ha accusato Londra di non rispettare i termini dell’accordo commerciale stipulato alla vigilia di Natale. Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore…



© RIPRODUZIONE RISERVATA