Joahnn Biacsics morto di Covid/ Leader no vax Austria: faceva clisteri con candeggina

- Chiara Ferrara

Joahnn Biacsics è morto di Covid: il leader dei no vax in Austria era famoso per la ricerca di cure alternative contro il virus

joahnn Biacsics
Joahnn Biacsics (Facebook)

Joahnn Biacsics è morto per Covid-19: era il leader dei no vax in Austria. Il sessantacinquenne da mesi si batteva per trovare metodi alternativi al vaccino per contrastare il virus, tanto che aveva sperimentato una auto-cura a base di biossido di cloro (il principio attivo della candeggina). Lui stesso, dopo essersi contagiato, secondo quanto riporta il quotidiano Die Zeit Biacsics, si era sottoposto alla pseudo terapia, definita Soluzione Minerale Miracolosa (Mms), che consisteva in una serie di clisteri con tale sostanza.

L’idea di utilizzare il biossido di cloro per curare la malattia era nata dalla credenza secondo cui l’idrossiclorochina, un farmaco antivirale che lo contiene, fosse efficace contro il Covid-19. In molti, tra cui persino Donald Trump, hanno sostenuto di essere guariti grazie ad esso. I recenti studi scientifici in merito, tuttavia, hanno smentito l’ipotesi che abbia degli effetti rilevanti sui pazienti positivi al virus. Joahnn Biacsics, da parte sua, non ha mai creduto agli esperti, tanto da rifiutare di essere ricoverato. È così che ha continuato a sottoporsi alle sue auto-cure a casa, dove si è aggravato al punto che l’intervento dei medici non è stato più sufficiente per salvarlo.

Joahnn Biacsics morto di Covid: era un famoso no vax in Austria

Joahnn Biacsics, in base a quanto riportato dal quotidiano Die Zeit Biacsics, è morto per le complicanze del Covid-19 lo scorso 10 novembre. La notizia è tuttavia trapelata soltanto nelle scorse ore, dopo che la famiglia ha annunciato che ardirà vie legali nei confronti dei giornali che avrebbero riportato notizie false sul caso. Il figlio Marcus, a tal fine, ha anche indetto una raccolta fondi.

Il leader dei no vax era parecchio noto in Austria. Da tempo, infatti, il libero professionista si era schierato contro le case farmaceutiche e studiava autonomamente dei metodi alternativi per la cura di diverse malattie: oltre al Covid-19, anche il cancro. A settembre scorso, in una tv locale, dopo essere stato incalzato per avere riportato delle notizie false, aveva affermato di avere semplicemente delle “informazioni privilegiate”. Ciò, tuttavia, non è stato evidentemente sufficiente a salvarlo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA