SOFIA GOGGIA/ Medaglie e vittorie in (quasi) tutte le specialità dello sci alpino

- Carlo Cattaneo

Sofia Goggia è una sciatrice alpina italiana polivalente classe 1992 di Bergamo. Robusta, forte e potente, gareggia ad alti livelli in diverse specialità. CARLO CATTANEO

sofia_goggia_discesa_olimpiadi_lapresse
Caduta Sofia Goggia (LaPresse)

Sofia Goggia è una sciatrice alpina italiana polivalente classe 1992 di Bergamo. Robusta, forte e potente ha le caratteristiche che le consentono di esprimersi ad alto livello in tutte le specialità dello sci alpino (eccetto lo slalom speciale). Ha il record nazionale di punti conseguiti in una singola edizione di Coppa del Mondo, 1197 nel 2017 e di podi (13) nel medesimo anno risultando la prima italiana a ottenerne in 4 discipline differenti. In vista del 2017-1018 viene inserita nella nazionale polivalenti per le atlete competitive in più discipline. Tale stagione segna la sua affermazione ai vertici internazionali. 

Nel novembre 2016 ottiene il suo primo podio nel massimo circuito con un terzo posto in slalom gigante. Le prime vittorie arrivano a marzo 2017 ove a Pyeongchang primeggia in discesa e supergigante, chiude la stagione al terzo posto della classifica generale con 1197 punti record assoluto per un’atleta italiana conquistando inoltre 13 podi, meglio della Compagnoni. Per la coppa di specialità si piazza seconda in discesa libera, terza in slalom gigante, sesta in supergigante, ottava in combinata alpina vantando almeno un podio in ciascuna di esse. Prende inoltre parte ai mondiali di Saint Moritz ove vince l’unica medaglia italiana, bronzo in gigante e si classifica quarta in discesa libera e decima in supergigante. 

Nella prima presenza olimpica a Pyeongchang 2018 vince l’oro in discesa libera e si classifica 11a in slalom gigante e 11a in slalom gigante. Nella stessa stessa stagione 2017-2018 ha vinto laCdM di discesa libera con tre punti di vantaggio sulla Vonn. In Italia è famosa per il suo costante duello con Federica Brignone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori