“Lavoro, cosa sta cambiando?”/ Diretta videoconferenza con De Rita e Bartolomei

- Niccolò Magnani

“Lavoro, protagonisti di nuovi processi. Che cosa sta cambiando?”: diretta video incontro della Fondazione per la Sussidiarietà. Ospiti De Rita, Bartolomei e Vittadini

Lavoro, sussidiarietà fondazione
Incontro Fondazione per la Sussidiarietà sul lavoro

L’EVENTO SARÀ TRASMESSO IN DIFFERITA PER PROBLEMI TECNICI

Dopo quasi un anno di emergenza Covid-19 è il lavoro a rappresentare uno dei settori più in crisi e con le maggiori incertezze per il prossimo piano di ripresa fissata nel 2021: inizia oggi il ciclo di incontri organizzato dalla Fondazione per la Sussidiarietà dal titolo “Lavoro, protagonisti di nuovi processi”. Per mercoledì 2 dicembre 2020, alle ore 18.30, è prevista l’incontro in diretta streaming sul nostro quotidiano (www.ilsussidiario.net): il tema di oggi viene riassunto dalla domanda che reggerà l’intera discussione, «Che cosa sta cambiando?». Dalle stime tutt’altro che entusiasmanti dell’economia fino alle testimonianze di tanti lavoratori in diversi settori preoccupati per il proprio presente oltre che per il futuro, saranno diversi temi affrontati dall’evento in videoconferenza assieme al seguente parterre di ospiti collegati. Introduce e modera Giuseppe Tripoli, Segretario Generale Unioncamere. Intervengono:

Pierluigi Bartolomei, Associazione Centro Elis

Giorgio De Rita, Segretario Generale del Censis

Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà

LAVORO E NUOVI PROCESSI

L’evento in collaborazione tra Fondazione per la Sussidiarietà, Censis e Elis vedrà la discussione articolarsi sui diversi temi “ispirati” dalle cronache più urgenti sul settore lavoro: «Come disoccupazione e precarizzazione stanno incidendo sulla vita sociale?; «Come sarà il lavoro di domani?; Quali capacità e quale formazione richiederà?», saranno le tre domande sulle quali si articoleranno gli interventi dei tre ospiti ‘moderati’ dal Segretario Unioncamere. Sono proprio di oggi gli ultimi dati Istat che inquadrano una situazione inquietante per quanto riguarda l’occupazione di precari e lavoratori indipendenti, oltre che per i giovani: 473mila posti di lavoro persi nel 2020, 30% giovani disoccupati, aumento di inattivi e ribasso ulteriore della crescita Pil. Dati che non possono che riaffermare, con forza, la domanda d’origine: “Che cosa sta cambiando” e verso cosa si potrà davvero dirigere l’impegno di politica e imprese per costruire la vera ripresa del Paese.

 

Il ciclo di incontri della Fondazione per la Sussidiarietà proseguirà con altri due appuntamenti:

Lavoro, protagonisti di nuovi processi/2 Quali politiche?

Lavoro, protagonisti di nuovi processi/3 Sviluppo e innovazione a Roma

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA