LEOPOLDO MASTELLONI/ “La bestemmia? Mi sono state chiuse in faccia tutte le porte”

- Elisa Porcelluzzi

Leopoldo Mastelloni: dalla bestemmia in tv nel 1984 su Rai 2 al processo, in cui è stato assolto. Dalla pensione di 625 euro al reddito di cittadinanza.

leopoldo mastelloni storie italiane 640x300
Leopoldo Mastelloni

È Leopoldo Mastelloni l’ultimo ospite di Serena Bortone nella puntata di Oggi è un altro giorno del 18 novembre. Proprio sul finale dell’intervista che ripercorre la sua carriera dagli albori fino ai picchi più rilevanti, la conduttrice ricorda l’episodio della bestemmia e l’aiuto ricevuto poi dopo da Raffaella Carrà. “Dopo quell’episodio mi furono chiuse tutte le porte in faccia, anche del teatro. Ricordo che Raffaella Carrà mi chiamò per un suo programma ma gli altri non volevano, lei si prese tutta la responsabilità. Io cantai dal vivo, dopo poi non successe niente”, ha rivelato Mastelloni in studio. ​(Aggiornamento di Anna Montesano)

Leopoldo Mastelloni: la bestemmia in diretta tv e la pensione bassa

Leopoldo Mastelloni è passato alla storia per essere stato uno dei primi ad aver bestemmiato in diretta tv. Era domenica 22 gennaio 1984, su Rai 2 c’era la trasmissione di Gianni Minà “Blitz” in cui, verso ,e 17, c’era stato il collegamento con “Bussoladomani” dal Lido di Camaiore. Dopo aver cantato Mastelloni era stato intervistato da Stella Pende e rispondendo, alle pressanti domande del pubblico sulla sua vita privata aveva pronunciato la bestemmia. Il primo a sporgere la denuncia era stato un avvocato di Viareggio. Il 25 giugno 1985 l’attore napoletano è stato assolto dal pretore di Viareggio perché “il fatto non costituisce reato” e “le parole usate avevano il sapore rafforzativo, senza alcuna offesa alla divinità”. Qualche anno fa Mastelloni, in un’intervista sul Corriere della Sera, ha rivelato di percepire una pensione da 625 euro: “Dopo 50 anni di lavoro e di contributi prendo 625 euro di pensione al mese. Se non avessi degli amici che mi aiutano a pagare l’affitto, prenderei 40 pillole di sonnifero e me andrei via: ci penso sempre più spesso a farla finita”.

Leopoldo Mastelloni percepisce il reddito di cittadinanza

Leopoldo Mastelloni ha spiegato che la pensione così esigua sarebbe dovuta al fatto che non era a conoscenza del fatto che venisse calcolata sulla base degli ultimi tre anni di contributi: “Il mio errore è stato credere nella cultura: ho sempre reinvestito nella produzione di spettacoli teatrali quello che guadagnavo. Forse avrei dovuto mettere i soldi sotto il materasso ed evadere il fisco per non ridurmi in miseria”. Nelle scorse settimane l’attore napoletano ha rivelato di ricevere il Reddito di cittadinanza: “Sono salito di poco e ora prendo circa mille euro. Dopo tre anni che sto a casa senza fare niente con il reddito e vengo incentivato dallo Stato, è difficile rientrare nel mondo del lavoro. Anche perché le mansioni non sono in linea con il lavoratore o con chi non ha mai fatto niente”, ha detto nella puntata di Non è l’arena del 27 ottobre su La7.



© RIPRODUZIONE RISERVATA