Leronlimab contro Coronavirus/ Eccellenti risultati dai test: sarà decisivo?

- Mauro Mantegazza

Leronlimab contro Coronavirus: eccellenti risultati dai test condotti su questo farmaco in America, la speranza è che possa essere decisivo.

figlio gay
Immagine di repertorio (LaPresse)

Proseguono gli studi sul leronlimab, uno dei farmaci che potrebbero essere utilizzati contro il Coronavirus: i risultati finora ottenuti fanno davvero ben sperare. L’americana CytoDyn Inc, società di biotecnologie, sta testando il farmaco Leronlimab – normalmente utilizzato contro l’Hiv e i tumori – sui pazienti affetti da Coronavirus, come vi avevamo già riferito qualche settimana fa: ieri sono stati resi noti degli aggiornamenti su questa sperimentazione che coinvolge 49 persone, malati di Covid-19 che hanno ricevuto il leronlimab.

Le indicazioni sono davvero positive. Dodici di loro erano ricoverati a New York, tutti in gravi condizioni in terapia intensiva e anche altre patologie pregresse a complicare ulteriormente il quadro clinico: tutti hanno mostrato miglioramenti e per almeno quattro si può parlare davvero di una vita salvata, secondo quanto riferisce il comunicato della CytoDyn.

Altri 23 pazienti erano ricoverati in un ospedale della California meridionale: sei intubati, di questi uno solo ha mostrato un peggioramento delle proprie condizioni mentre tre sono stati estubati; fra gli altri 17, si segnalano miglioramenti significativi in 11 casi, di cui otto sono stati dimessi.

LERONLIMAB CONTRO CORONAVIRUS: OTTIMI RISULTATI DAI TEST

In Georgia tre pazienti, tutti intubati e con patologie pregresse: tutti hanno mostrato miglioramenti e due sono stati estubati. Da dieci pazienti che hanno cominciato più tardi il trattamento con leronlimab si attendono ancora riscontri e nel frattempo altri cinque nomi sono stati aggiunti, dunque in totale lo studio coinvolgerà 54 pazienti.

Nader Pourhassan, presidente e CEO di CytoDyn, parla di “risultati impressionanti” e dunque ha grandi speranze per le successive fasi di sperimentazione della cura del Coronavirus con leronlimab. Le procedure per questi passi successivi stanno procedendo con rapidità e “crediamo che i risultati saranno molto significativi grazie al meccanismo d’azione che riattiva il sistema immunitario”.

CytoDyn infatti pianifica ulteriori test per verificare l’effetto del leronlimab sia su altri pazienti gravi sia su quelli che hanno sintomi di media entità. Il Leronlimab, come già accennato, viene di solito utilizzato per trattare i pazienti affetti da Hiv, nonché per i malati tumorali, in quanto è un recettore cellulare che blocca l’infezione da Hiv, nonché le metastasi tumorali. Potrebbe risultare decisivo anche nella guerra contro il Coronavirus? I risultati ottenuti finora fanno davvero ben sperare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA