Letizia Moratti/ “Abbiamo bisogno di un nuovo capitalismo”

- Mirko Bompiani

Letizia Moratti al Civil Week Lab: “Necessitiamo di un nuovo patto sociale che sia fatto dalle istituzioni, dalle imprese, dai lavoratori e dal 3° settore”

letizia moratti
Letizia Moratti a Tv2000

Letizia Moratti grande protagonista del Civil Week Lab, l’ex sindaco di Milano ha lanciato l’idea di un nuovo capitalismo con un nuovo patto sociale. Nel corso dell’evento digitale dedicato al Terzo settore, la presidente di Ubi Banca ha spiegato: «Penso che abbiamo davvero bisogno di un nuovo capitalismo, di un capitalismo che non metta più il profitto al centro ma che metta accanto al profitto il bene comune. Il nuovo capitalismo – che vedo già affermarsi attraverso dei modelli – ha bisogno di una nuova finanza e di capire che si deve innervare nel territorio: deve poter essere un motore di sviluppo, ha bisogno di non essere isolato. Necessitiamo di un nuovo patto sociale che sia fatto dalle istituzioni, dalle imprese, dai lavoratori e dal terzo settore: abbiamo bisogno di una pluralità di attori, è attraverso questo scambio che si può riuscire a rilanciare il Paese. Credo che abbiamo bisogno di riforme profonde affinchè questo riesca, come riforme nel campo della Pubblica Amministrazione».

LETIZIA MORATTI: “TRASFORMARE IL DRAMMA DEL COVID IN UN’OPPORTUNITÀ”

Riforme nel mondo della PA ma non solo secondo Letizia Moratti: «Abbiamo anche bisogno di riforme nel campo della giustizia, per accorciare i processi e per far sì che il nostro Paese possa diventare attraente per gli investimenti. Abbiamo bisogno di investire fortemente nella digitalizzazione, una digitalizzazione che aiuti il mondo delle imprese già a partire dall’accesso ai documenti della PA».

Letizia Moratti ha poi messo in risalto: «Esistono già delle esperienze straordinarie, anche il terzo settore ha un ruolo chiave. Esistono esempi molto belli di welfare aziendale, che crea un ecosistema con territorio, imprese e lavoratori per creare forme di protezione che tengono insieme i diversi operatori. Bisogna pensare in maniera molto innovativa: bisogna sfruttare queste risorse, bisogna trasformare questo dramma del Covid in una opportunità di ripensare completamente il nostro modello di sviluppo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA