Liam Biran, americano scomparso a Torino/ Spunta biglietto per Aosta (Chi l’ha visto)

- Emanuela Longo

Liam Biran, giovane americano scomparso a Torino: il caso a Chi l’ha visto. Il giallo del biglietto per Aosta e la voce femminile dall’iPad

Liam Biran
Liam Biran (Chi l'ha Visto?)

La scomparsa del giovane Liam Biran, giovane 32enne americano scomparso da Torino lo scorso 10 maggio torna anche oggi al centro della nuova puntata di Chi l’ha visto, in onda stasera 12 giugno su Raitre. Liam è un sommelier appassionato di vini nonché commerciante, del quale non si hanno più notizie da oltre un mese. Di sicuro c’è che il giovane sarebbe passato dall’Italia prima di dirigersi in Francia e dal capoluogo piemontese avrebbe poi fatto perdere le sue tracce. La sua famiglia è estremamente preoccupata e già la scorsa settimana il programma di Federica Sciarelli aveva trasmesso l’appello disperato della madre e dato voce al padre, giunto dal New Jersey in Italia al fine di seguire da vicino la scomparsa del figlio. La polizia, intanto, continua le proprie indagini ma restano numerose le incognite che ruotano attorno al ragazzo scomparso. C’è un presunto biglietto per Aosta ma anche una misteriosa voce di donna che avrebbe risposto al suo iPad, l’unico strumento usato da Liam per comunicare con la sua famiglia fino a quando i contatti non si sono definitivamente interrotti.

LIAM BIRAS, AMERICANO SCOMPARSO: TROPPI MISTERI

Liam Biran aveva intrapreso un viaggio per l’Europa prima di fare ritorno in America. Da Torino si sarebbe dovuto recare a Parigi ma in realtà potrebbe aver fatto tappa ad Aosta per poi far perdere definitivamente le sue tracce. Riparte dai pochi elementi a disposizione il caso di scomparsa del 32enne, sentito dalla sua famiglia per l’ultima volta lo scorso 7 maggio. Ai genitori aveva detto che entro i due giorni successivi sarebbe stato nel capoluogo piemontese e che probabilmente sarebbe andato in campeggio prima di partire per Parigi dalla stazione Porta Susa. Nella Capitale francese avrebbe poi preso un volo (già programmato) per gli Stati Uniti in partenza il 16 maggio. Dalla sua carta di credito però, il 9 maggio viene acquistato un biglietto di pochi euro per Aosta: è stato Liam a comprarlo? Domanda alla quale non è possibile rispondere in quanto la telecamera posta sopra la biglietteria automatica era guasta. Nessuna immagine, dunque, testimonierebbe che sia stato proprio lui a comprare il biglietto. E’ possibile che poi, successivamente, abbia sbagliato treno e che sia finito in qualche altro posto, ma dove? Nel mistero della sua scomparsa c’è poi anche la misteriosa voce femminile che ha risposto dal suo iPad prima di riagganciare. Di chi si tratta? Liam è stato forse vittima di un furto? “Abbiamo pensato a tante possibilità, a tante cose che potrebbero essere successe, però cerchiamo di non perdere la speranza, penso che potrebbe esser da qualche parte in un bar chiacchierando con qualcuno e potrebbe aver trovato un posto dove ha trovato un lavoro, dove riesce a guadagnare quello che gli serve per vivere”, le speranze del padre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA