Loredana Errore “Il mio incidente? Un miracolo”/ “Uno stop positivo, mi ha aiutata”

- Anna Montesano

Loredana Errore, ospite a Buongiorno Estate, ricorda il gravissimo incidente di cui fu vittima: “Per me è stato un miracolo, stop positivo”

loredana errore 640x300
Loredana Errore a Buongiorno estate

Quasi 11 anni sono trascorsi dalla sua partecipazione ad Amici, dove si classificò seconda, un passo dietro Emma Marrone. Oggi, però, Loredana Errore continua a fare della musica la sua vita. Lo racconta in diretta a Buongiorno Estate, su Rai 2, dove ricorda proprio i momenti del suo esordio in questo mondo: “La musica è stata una grande palestra, un motivo di gioco e poi è stato un motivo di obiettivi. Io ho partecipato a questo grandissimo talento show (Amici, ndr) che ero un po’ incerta, poi mia madre mi disse ‘vai e cerca di portare a casa il risultato’ e fu così che tutto iniziò. Ad oggi c’è una storia lunga 11 anni quasi.” La ‘ragazza occhi cielo’, titolo del suo brano più noto – “Le parole di questa canzone ancora mi toccano tanto”, ha svelato – è salita anche sul palco del Festival di Sanremo: “Arrivare lì è stata un’emozione grandissima”, ha ammesso la Errore.

Loredana Errore e il grave incidente del 2013: “Un miracolo”

Loredana Errore ha ricordato come, al tempo, “è stato tutto molto veloce, adesso questo ricordo mi aiuta a sognare quel palco sempre di più e a provarci. Prima o poi questo Santo mi farà la grazia!”, ha scherzato la cantante, sperando dunque di tornare sul palco dell’Ariston in gara. Nel 2013 Loredana Errore fu vittima di un gravissimo incidente per il quale rischiò di rimanere paralizzata. Su Rai 2 ha però ammesso: “è stato un incidente bruttissimo, anche se io cancellerei questo aggettivo per dire miracolo. – spiegando che – A volte questi stop sembrano negativi ma per me è stato del tutto positivo e mi ha aiutata a vedere di più dentro di noi, il cuore, il nostro non-apparire, sarà la salvezza del mondo. La fede, la forza, le 100 vite che la vita ci dona fanno sìche ci possiamo rialzare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA