Lucia Azzolina: “Anche i papà possono stare a casa”/ Video Risposta a mamma precaria

- Alessandro Nidi

Il ministro dell’Istruzione, durante la trasmissione “In Onda”, ha asserito: “Questa è l’occasione per il Paese per rispondere alle tante madri lavoratrici e modernizzarlo un po’”

lucia azzolina
Lucia Azzolina, ministro dell'Istruzione (LaPresse, 2020)

Durante la puntata di “In Onda”, trasmissione di La 7 condotta dai giornalisti David Parenzo e Luca Telese e trasmessa nella serata di ieri, giovedì 20 agosto 2020, è intervenuta in qualità di ospite Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, con l’obiettivo di provare a fare chiarezza su una delle tematiche più discusse nelle ultime ore in Italia, ergo la riapertura delle scuole. A tal proposito, si fa largo l’ipotesi che, qualora si riscontrasse un caso di Coronavirus all’interno di una classe, la stessa possa essere messa in quarantena, se non addirittura l’intero istituto, ed ecco che, per molti genitori lavoratori, nascerebbe il problema di come badare ai propri figli. A tal proposito, il ministro ha risposto alla domanda di una mamma precaria, che chiedeva proprio lumi in merito a ciò.Non è necessariamente la donna a dovere restare a casa per guardare i bambini, possono farlo anche i papà – ha asserito –. Questa sarebbe anche l’occasione per il Paese per rispondere alle tante mamme lavoratrici e modernizzarlo un po’. Incentiviamo allora in qualche modo la possibilità che siano anche i papà a prendersi cura dei propri figli”. Parenzo e Telese hanno chiesto come fare da un punto di vista economico a sostenere tale iniziativa e Azzolina ha risposto come segue: “Ci sono categorie di lavoratori differenti e il Governo ha il dovere di pensare a ciascuna di esse”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA