“Maiorca? Avremo casi anche in Italia”/ Clerici “Riaperture? Pronti a passi indietro”

- Silvana Palazzo

Il dottor Pierangelo Clerici sul caso Maiorca: “Ne avremo anche in Italia. Riaperture? Facciamoci trovare pronti a passi indietro. Il peggio è passato ma…”

clerici
Pierangelo Clerici a Mattino 5

Maiorca non sarà un caso isolato. Nell’isola delle Baleari oltre 700 studenti spagnoli sono risultati positivi al coronavirus dopo una vacanza che si è trasformata in un focolaio Covid. In Italia rischiamo che accada lo stesso secondo Pierangelo Clerici, presidente dell’Associazione microbiologi clinici e membro del Comitato tecnico scientifico della Lombardia. «Il virus circola ancora, circola la variante Delta, che sta sostituendo quella inglese, che ha sostituito il ceppo originario. Queste situazioni dobbiamo aspettarcele. Maiorca non sarà l’unico caso, ne usciranno altri», dice all’HuffPost. Quindi, è importante mantenere le misure di precauzione. «Io non sono favorevole a chiudere tutto, ma bisogna essere responsabili, altrimenti rischiamo di ricadere in ciò che abbiamo già vissuto». E infatti c’è stato un rave con 700 no mask a Maleo, nel lodigiano, che ha dato vita ad un focolaio anche di casi di variante Delta. La riapertura delle discoteche è giusta, purché si rispettino tutte le precauzioni, a partire dal green pass. «Essendo il green pass un elemento determinante, non penso che i giovani in vacanza vogliano sottoporsi tutti i giorni alla tortura del tampone, per cui è un incentivo a vaccinarsi».

CLERICI “IL PEGGIO È PASSATO MA…”

Visto che la campagna vaccinale sta decelerando, per il dottor Pierangelo Clerici bisogna tornare a convincere le persone a vaccinarsi, che è l’unico modo per sconfiggere il coronavirus. «I non vaccinati rischiano quanto le altre ondate, il potenziale patogenico del virus è lo stesso, con l’aggravante è più diffusibile». Per quanto riguarda la variante Delta, l’Inghilterra è un caso a sé avendo seguito una strategia diversa nella campagna vaccinale, puntando soprattutto sulla prima dose per ridurre la mortalità. «Apriamo con responsabilità, ma teniamoci pronti al passo indietro come è avvenuto in Inghilterra. Sarebbe doveroso. Non possiamo permetterci ancora morti dopo quelli lasciati sul campo», ha proseguito Clerici. C’è comunque da essere ottimismi, perché «all’80%, grazie alla vaccinazione, il peggio è passato». Ma alla luce di ciò abbiamo una grande responsabilità, quella di evitare che tutto ricominci. «Coloro che non vogliono vaccinarsi si rendano responsabili. Perché altrimenti questo inverno sono quelli che potranno finire in ospedale».



© RIPRODUZIONE RISERVATA