Mal, Paul Bradley Couling/ “L’incontro con Gianni Boncompagni cambiò tutto”

- Hedda Hopper

Mal ospite a Domenica In per rendere omaggio a Little Tony oggi, ma quando è iniziata la sua carriera? “L’incontro con Gianni Boncompagni cambiò tutto”

Mal

Mal dei Primitives, Mal di Furia, il grande artista dai capelli cotonati e amico di Little Tony. Per anni si è parlato della loro presunta rivalità ma i due non solo sono riusciti a cavalcare l’onda ma anche a cantare insieme qualche loro canzone proprio in memoria dei grandi successi portati in giro in tutto il mondo. A quel punto i tempi erano già maturi e qualche tempo dopo Little Tony avrebbe lasciato tutti a causa di un tumore ai polmoni. Oggi toccherà anche all’amico Mal salire sul palco al centro dello studio di Domenica In per rendere omaggio all’arista alla presenza della figlia Cristiana Ciacci e ad una serie di colleghi. Mal dei Primitives è uno dei pochi artisti britannici ad aver fatto successo prima in Italia soprattutto negli Sessanta e Settanta, grazie alla sigla di Furia, canzone che gli aprì le porte del mercato musicale per bambini ma anche all’amore della moglie che lo ha conosciuto proprio chiedendo questo brano.

Mal e l’inizio della sua carriera: “L’incontro con Gianni Boncompagni cambiò tutto”

Paul Bradley Couling, questo il suo vero nome, è nato a Llanfrechfa, in Galles nel 1944, era figlio di un muratore, e ha dato il via alla sua carriera cantando al matrimonio della sorella sulle note di un brano di Gene Vincent. Mal si è subito lanciato tra i gruppi, prima con i Meteors, poi agli Spirits, dopo essersi trasferito a Oxford, infine arrivano proprio le prime pubblicazioni a nome di Mal Ryder & The Spirits. La svolta arriva però proprio con i Primitives visto che Gianni Boncompagni e Alberigo Crocetta, proprietario del Piper Club di Roma, si trovano ad un loro concerto e tutto cambia per lui grazie all’arrivo in Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA