Matteo Bassetti: “Nei nostri ospedali non c’è Covid”/ “Terapie intensive quasi vuote”

- Alessandro Nidi

L’infettivologo: “Evitiamo di fare confusione. Oggi abbiamo poco meno di 60 persone in terapia intensiva e circa 600 ricoverate nella media complessità” (video)

matteo bassetti
Matteo Bassetti (In Onda)

Nel corso della puntata del programma di La 7 “In Onda”, trasmesso nella giornata di ieri, martedì 14 luglio 2020, è intervenuto in collegamento video il professor Matteo Bassetti, infettivologo e direttore della clinica Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova. Ovviamente, la sua apparizione si è rivelata propedeutica ad affrontare e approfondire ancora una volta la tematica Coronavirus, sempre d’attualità nel nostro Paese e non solo e in merito alla quale l’esperto ha dichiarato: “Sono in contatto tutti i giorni con i colleghi di New York e da loro la situazione è calma, così come lo è nei nostri ospedali, dunque evitiamo di fare confusione. Oggi abbiamo poco meno di 60 persone in terapia intensiva e circa 600 ricoverate nella media complessità. Nei nostri ospedali il Covid non c’è più. La patologia oggi è molto diversa da come si palesava nei mesi di marzo e aprile. Eppure, quotidianamente si assiste all’individuazione di nuovi casi di Covid-19 in Italia: perché, dunque, non bisogna preoccuparsi? La risposta di Matteo Bassetti è stata la seguente: “Cosa vuol dire oggi avere 120 persone contagiate? Significa avere persone asintomatiche nel 95% dei casi e con un tampone positivo. Tutto ciò che serve è spegnere sul nascere i nuovi focolai, perché il resto del mondo quando guarda l’Italia pensa che siamo ancora in alto mare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA