Matteo Messina Denaro ricoverato in terapia intensiva/ Boss si è aggravato: “chiesto di non essere rianimato”

- Niccolò Magnani

Le condizioni di salute dell'ex boss Matteo Messina Denaro si aggravano a L'Aquila: ricoverato in terapia intensiva, sottoposto a terapia del dolore. “Ha chiesto di non essere rianimato”

Cattura Messina Denaro Matteo Messina Denaro, la cattura dei ROS il 16 gennaio 2023 (LaPresse)

SI AGGRAVANO LE CONDIZIONI DI MATTEO MESSINA DENARO: “È IN TERAPIA INTENSIVA”

Si aggravano le condizioni di salute per l’ex capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro: dopo il ricovero ad inizio agosto, ora il “superboss” latitante per decenni si trova ricoverato in terapia intensiva in un ospedale de L’Aquila, lo stesso dove di recente è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Messina Denaro soffre di un tumore al colon al quarto stadio e da mesi sta seguendo la terapia del dolore: secondo il primario del reparto di oncologia, la terapia «è personalizzata in base alle sue necessità».

Per questo motivo i legali del “superboss” hanno presentato da settimane un’istanza di scarcerazione definitiva: l’atto al momento è stato sospeso proprio a causa delle gravi condizioni di salute del boss. Al momento quel poco che è filtrato all’ANSA riporta di condizioni di salute “aggravate” che lo hanno costretto in terapia intensiva, anche se resta forte riserbo sul suo stato di saluto. «La terapia del dolore è stata riadattata, tutti i pazienti rispondono allo stesso modo», fanno sapere all’Agenzia LaPresse i medici dell’equipe oncologica dell’Aquila.

“MESSINA DENARO NON VUOLE ESSERE RIANIMATO”: LE ULTIME NOTIZIE SUL BOSS DELLA MAFIA

Sembravano superati i problemi intestinali successivi all’operazione chirurgica di inizio agosto ma le condizioni del suo tumore pare invece siano peggiorate di colpo nelle ultime ore tanto da imporre il trasferimento in terapia intensiva per Matteo Messina Denaro, ricoverato dalla mattina di domenica 10 settembre. Quando era latitante si recava regolarmente nella clinica privata La Maddalena a Palermo, una struttura oncologica presso la quale era un cura da almeno un anno sotto falso nome: proprio in quella struttura Messina Denaro è stato braccato e arrestato, consegnandolo alla giustizia dopo i tanti crimini commessi per Cosa Nostra.

Secondo quanto filtra da TgCom24, nelle scorse ore sarebbe emersa la notizia per cui il “superboss” avrebbe già chiesto di non essere rianimato in caso di aggravamento fatale delle sue condizioni: Il boss di Castelvetrano (Trapani) si trova in carcere al regime 41bis dal 17 gennaio nel carcere di Preturo dell’Aquila, ma i problemi di salute non fanno che peggiorare di continuo. Al momento non sono arrivate né conferme né smentite riguardo la presunta richiesta “da non rianimare” dettata da Messina Denaro al momento nuovamente ricoverato: saranno invece giudici e medici a dover eventualmente decidere un “differimento pena” per il boss, qualora realmente le condizioni dovessero peggiorare ulteriormente.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie