Metodo Tabata, cos’è?/ Com’è riuscita a dimagrire Noemi: “Ho dovuto faticare”

- Anna Montesano

Cos’è il metodo Tabata, il training grazie al quale è dimagrita la cantante Noemi? Le racconta questo cambiamento a Vanity Fair

Noemi (Instagram)
Noemi (Instagram)

La copertina dell’ultimo numero di Vanity Fair mostra una inedita Noemi. La cantante, che sarà in gara al prossimo Festival di Sanremo, mostra una forma fisica diversa, che aveva già anticipato con qualche scatto sui social che aveva fatto impazzire i fan. Una Noemi dimagrita grazie a quello che lei ha svelato essere il metodo Tabata. “È capitato anche a me di perdermi. Di non riconoscermi più. E ho dovuto faticare. Tagliare i fili con il mio passato, per trovare una nuova me. Avevo bisogno di sentirmi in movimento.” ha raccontato la cantante nell’intervista a Vanity Fair, che per questo si è affidata al metodo Tabata. Si tratta di un training, chiamato anche Guerrilla cardio, che è un allenamento di tipo cardiovascolare ideato negli anni ’90 molto intenso, un workout intervallato ad alta intensità perfetto per chi vuole dimagrire e, al contempo, aumentare la propria resistenza.

Noemi e il metodo Tabata: “Ho iniziato a prendermi cura di me”

“Burrosa? Dimagrisci! Scheletrica? Fortificati! Sposata? Sbagliata! Single? Sfigata! E invece c’è morbidezza nella magrezza.” ha dichiarato Noemi nel corso dell’intervista. “Perché vai bene solo se vai bene a te. – ha poi aggiunto, spiegando che – Ho iniziato a prendermi cura di me. E mi sono sentita a casa. In un mondo nuovo, dentro la mia pelle. Ma questa donna a cui sono arrivata l’ho trovata nella mia testa, prima che nei miei passi. È carne. È Terra. È cielo. È necessaria. Come rinascere, nuda e vera, fiera. Io sono il mio sogno. E nessuno più deve metterci le mani sopra.” ha concluso la nota artista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA