STEFANO BOERI/ L’assessore colto da malore durante meditazione con Marina Abramovic

- La Redazione

L’assessore milanese Stefano Boeri è svenuto colpito da malore mentre partecipava a una meditazione yoga con l’artista serba Marina Abramovic ieri sera al Pac

boeri_R400
Stefano Boeri, foto Infophoto

Stefano Boeri, un malore e lo svenimento improvviso. Attimi di paura, ma fortunatamente nulla di grave, almeno secondo quanto trapela da fonti ufficiose. E’ successo ieri sera: l’assessore Boeri aveva organizzato personalmente una serata di meditazione esclusiva per i politici insieme all’artista e sua amica personale Marina Abramovic La performer serba si trova infatti questi giorni a Milano per una mostra e delle performance al Pac. L’artista è famosa per eventi quali lunghe ore di silenzio con seduta davanti persone del pubblico, intense meditazioni psicologiche dal forte livello emotivo. E qualcosa del genere deve avere scatenato il malore di Boeri che sul finire della performance di ieri sera è svenuto. E dire che lo scopo della serata era proprio un momento contro la tensione e lo stress. Erano presenti oltre a Boeri altri assessori e consiglieri comunali e provinciali. Indossavano un camice bianco e lo scopo erano due ore di cosiddetta fuga interiore. Nel corso delle due ore dovevano cambiare posizione: stare sdraiati, seduti e in piedi. Verso le 23, dunque a performance ormai quasi finita, Boeri è svenuto. L’assessore è stato immediatamente soccorso da alcuni medici e portato via in ambulanza: la ragione del malore sembra sia stata un calo di pressione. Per Marina Abramovic, profondamente dispiaciuta per quanto successo, la colpa di quanto accaduto potrebbe essere l’ora tarda in cui si è tenuto l’evento: “Forse era troppo tardi per una performance così complessa” ha commentato. La Abramovic sarà a Milano con la sua mostra e le sue performance di meditazione fino al prossimo 10 giugno: si tratta del cosiddetto Abramovic method con cui il suo lavoro è conosciuto. Nel suo metodo artistico, l’esplorazione die limiti della mente e del corpo. Alcune delle sue performance sono considerate piuttosto estreme, come quella chiamata Dragon heads: seduta immobile su una sedia con un cerchio di blocchi di ghiaccio intorno, tiene cinque pitoni appoggiati sul proprio corpo. Sono lunghi 2, 3 e 4 metri e non sono stati cibati per le due settimane precedenti la performance. I pitoni si muovono intorno al corpo dell’Abramovic. Tempo fa invece rimase seduta per oltre dieci ore in un museo newyorchese senza mai alzarsi neanche per andare al bagno mentre i visitatori del muse potevano sederle di fronte, nel silenzio più assoluto.

 Si tratta il suo di un uso molto particoalre dele tecniche yoga di meditazioen che le permettono quasi una astrazione completa dal corpo basandosi solo sul potere della mente attraverso un lunghissimo esercizio psicologico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori