SCIOPERO LINATE/ Domani venerdì 21 settembre si fermano i lavoratori Sea, dalle 10 alle 18

- La Redazione

Domani venerdì 21 settembre incrociano le braccia i lavoratori Sea dell’aeroporto di Linate. Il blocco sarà dalle ore 10 di mattina alle 18 di pomeriggio. Il comunicato Alitalia

Alitalia_phixr
Infophoto

Sciopero dei lavoratori Sea a Linate, venerdì 21 settembre – Disagi per chi vola nella giornata di domani, soprattutto se in partenza o in arrivo all’aeroporto di Linate. E’ in programma infatti uno sciopero dei dipendenti Sea e Sea Handling (gli addetti al trasporto e alla sistemazione dei bagagli). I lavoratori si asterranno dalle operazioni di lavoro dalle 10 di mattina alle 18 del pomeriggio. Per ovviare gli inevitabili disagi, Alitalia si è messa in moto con alcune iniziative, la prima delle quali offrire ai viaggiatori in transito da Linate domani si offre una collocazione su voli alternativi per la stessa destinazione. Alitalia promette anche una riduzione limitata die voli in conseguenza dello sciopero cercando di garantirne il più possibile. Per sapere la sorte del proprio volo è bene consultare la sezione “stato del volo” sul sito ufficiale di Alitalia, alitalia.it. E’ anche possibile chiamare il numero verde 800.65.00.55 per avere informazioni sui voli. Alitalia inoltre fa sapere con una nota ufficiale a tutti i passeggeri “in possesso di prenotazione confermata e di biglietto emesso sui voli cancellati a causa delle agitazioni sindacali  è consentito, in caso di non accettazione della proposta di riprotezione, il rimborso o il cambio di prenotazione o di itinerario per volare entro la data di validità del biglietto o, comunque, entro tre mesi dalla data di partenza del primo volo”. La manifestazione sindacale è prevista nell’ambito delle numerose agitazioni che accompagnano da tempo l’intricata questione della vendita di Sea da parte del Comune di Milano, privatizzazione a cui i sindacati si sono sempre opposti in mancanza di precise dichiarazioni sulla sorte dei dipendenti. In ballo c’è anche un complicato discorso che riguarda la quotazione in borsa della Sea. Lo scorso mese di giugno uno sciopero di ventiquattro ore aveva paralizzato tutti e due gli aeroporti milanesi con evidenti disagi per i viaggiatori. Lo sciopero di domani dovrebbe avere dimensioni più limitate e provocare meno disagi, ma inevitabile sarà la cancellazione di diversi dei voli previsti. 

Intanto proprio in queste ultime ore arriva notizia che la giunta comunale milanese ha approvato la delibera di cessione congiunta di oltre il 70% di Milano-Serravalle sineiem alla provincia e la quotazione in borsa di Sea.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori