STRAGE DI MILANO/ Kabobo può essere processato: quando uccise era cosciente

- La Redazione

I risultati della perizia psichiatrica sul ghanese colepvole dell’uccisione di tre persone dicono che quando uccise era parzialmente cosciente e potrà essere processato

milano_duomo_alpiR439
Infophoto

I risultati della perizia psichiatrica sul ghanese colpevole di aver ucciso tre persone a picconate qualche mese fa a Milano ha dato risultati molto specifici. Adam Kabobo infatti risulta che al momento dei tre delitti era cosciente: a questo punto potrà essere normalmente processato. La strage da lui operata fu compiuta lo scorso mese di maggio al quartiere di Niguarda a Milano nord: uccise a picconate tre passanti senza alcuna motivazione. Nello specifico, si legge nella relazione psichiatrica, la sua volontà di intendere e volere “era grandemente scemata, ma non totalmente assente”. Inoltre, sempre nella perizia, si legge che il ghanese è in grado di prendere parte al processo contro di lui. Esiste sempre secondo i periti un possibile vizio parziale di mente ma quando uccise, dicono, ma la sua capacità di volere era sufficientemente conservata. Kabobo inoltre ha una pericolosità sociale e psichiatrica in forma elevata, dunque è ancora un soggetto socialmente pericoloso. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori