FORMULA 1/ Ferrari, Alonso: terminerò la mia carriera qui

- La Redazione

Fernando Alonso, nella sua prima conferenza stampa con i colori della Ferrari, ha raccontato del suo impatto con la scuderia di Maranello: “Per me, come per chiunque, correre con la Ferrari è un sogno che si realizza”

Alonso20Campiglio_R375

Oggi il Centro Congressi di Madonna di Campiglio ha ospitato la conferenza stampa dedicata ai piloti della Scuderia Ferrari Marlboro, Felipe Massa e Fernando Alonso. I piloti ufficiali del team di Maranello, giunti lunedì sulle nevi della località sciistica trentina in occasione della ventesima edizione di Wrooom, l’evento organizzato da Philip Morris International per presentare alla stampa le novità della stagione 2010, si sono alternati in uno speciale incontro con i rappresentanti di ben 95 testate italiane ed internazionali.

Per la prima volta vestito con i colori Ferrari, Fernando Alonso ha voluto ringraziare il main sponsor del team per la splendida accoglienza ricevuta: “Sto trascorrendo delle fantastiche giornate di divertimento, sci e lavoro ma soprattutto sfruttando questa straordinaria opportunità per approfondire la conoscenza dei miei compagni di squadra, Felipe Massa e Giancarlo Fisichella.” Interrogato sull’impatto con la Scuderia, Fernando ha raccontato di essere stato impressionato positivamente dai primi giorni trascorsi a Maranello: “Ho avuto subito un buon feeling con tutti i componenti della squadra e tutti si sono dimostrati disponibili nei miei confronti, cercando di recepire per quanto possibile le mie esigenze e le mie proposte. A colpirmi maggiormente è stata la passione che si respira a Maranello, in ogni angolo dell’azienda e della cittadina: la leggendaria storia del Cavallino Rampante si rispecchia in ogni cosa. Penso che Ferrari sia più di una squadra di Formula 1, per me come per chiunque è un sogno che si realizza.”

Secondo il nuovo pilota della Scuderia Ferrari i cambiamenti regolamentari non stravolgeranno la gara: "Considerando che i tempi del cambio gomme saranno simili per tutti i team, occorrerà una buona posizione in qualifica e più della gara sarà importante la giornata del sabato. Sicuramente il consumo di benzina sarà un fattore cruciale ma so che la squadra sta lavorando tantissimo con la Shell su questo aspetto quindi sono tranquillo."

Il pilota spagnolo non ha espresso un giudizio sulle proposte formulate da Bernie Ecclestone, il patron della Formula 1 giunto ieri a Madonna di Campiglio per il tradizionale saluto: "C’è una commissione che lavora per rendere questo sport più spettacolare, in cui noi piloti confidiamo, poiché il nostro principale impegno rimanga quello di rimanere concentrati sul nostro lavoro."

A proposito del ritorno di Schumacher Fernando si è così espresso: "Per un pilota che ha corso ai massimi livelli essere a casa non dev’essere facile, perché l’adrenalina resta. Se ha voluto accettare questa opportunità è perché si sente pronto ed ancora competitivo. Secondo la mia opinione il suo ritorno può solo fare del bene a questo sport, dopo un anno difficile come il 2009. Per la sua presenza in pista sarà uno stimolo in più."

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Alonso ha dichiarato di non nutrire alcuna preoccupazione nei confronti della nuova sfida: "Correre con Ferrari era il mio obiettivo e sicuramente terminerò la mia carriera con questa fantastica scuderia. Credo sia impossibile trovare la stessa passione altrove. Devo cercare di adattarmi in fretta alla macchina nonostante i pochi giorni di test a disposizione, anche se penso che per raggiungere la miglior prestazione occorrerà aspettare la terza o quarta gara."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori