Ferrari FXX-K Evo/ Un mostro da 1005 Cv: costa 4 milioni di euro, ma non è omologata per l’uso in strada

- Silvana Palazzo

Ferrari FXX-K Evo, un mostro da 1005 Cv: costa 4 milioni di euro, ma non è omologata per l’uso in strada. Le ultime notizie sulla nuova supercar del Cavallino: caratteristiche e novità

ferrari_fxx_k_evo
Ferrari FXX-K Evo (Foto: da Ferrari)

Un sogno proibito ha assunto contorni reali, anzi cavalli: la Ferrari ha presentato la nuova FXX-K Evo, con la quale mantiene il primato nel mondo delle supercar. La vettura-laboratorio del Cavallino è stata presentata in occasione delle Finali Mondiali Ferrari. L’auto è un’evoluzione importante del programma XX, quindi verrà realizzata in pochi esemplari e sarà destinata a clienti selezionati, che dovranno calarsi nel ruolo di collaudatori per condividere con i tecnici di Maranello lo sviluppo dei componenti innovativi che verranno applicati sulla vettura 6262 cm3 di cilindrata con una potenza massima di 1050 cavalli. Come funziona? Bisogna staccare un assegno di quattro milioni di euro, tasse incluse, ma loro si tengono la macchina, che peraltro non può neppure circolare su strada. La vettura resta a Maranello: viene spedita sui circuiti di mezzo mondo solo per test privati o eventi particolari. Inoltre, non è previsto alcun utilizzo nelle competizioni al di fuori del programma a loro dedicati, quindi chi l’acquista deve rispettare questa clausola. D’altra parte il cliente ha un’assistenza da team di alto livello.

FERRARI FXX-K EVO: LE CARATTERISTICHE TECNICHE

Quest’auto dimostra di cosa è capace la Ferrari, dal punto di vista tecnico e commerciale. Cosa ha di speciale? Il peso è stato ridotto attraverso innovativi processi di lavorazione dei componenti in carbonio, poi sfoggia un lavoro aerodinamico incredibile. La novità principale della FXX-K Evo, che non è omologata per l’utilizzo in strada, è l’evoluzione aerodinamica, frutto di più di un anno di lavoro nella galleria del vento. L’incremento del carico aerodinamico è stato ottenuto con l’utilizzo di una nuova ala posteriore con profilo a biplano. Sono stati modificati anche i due paraurti, i fondi anteriori e il condotto di scarico. Modificato anche il design delle prese dei freni anteriori. All’interno dell’abitacolo, invece, c’è un display nel quale sono riportati tutti i dati della nuova telemetria. Non è casuale la scelta di adottare un volante che ricorda proprio quello di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen in Formula 1, con leve cambio integrate e manettino del KERS per un migliore controllo del sistema e una migliore ergonomia. La Ferrari FXX-K Evo è frutto di 5000 km di sviluppo e 15000 km di test di affidabilità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori