Nuova Rapid Spaceback/ Skoda la presenta in anteprima al Salone Ginevra 2017: tutte le novità (fotogallery)

- Marina Marinetti

La nuova Skoda Rapid Spaceback, presentata da Skoda in anteprima al salone Ginevra 2017, benchmark assoluto di spaziosità. Nuove luci, diverse motorizzazioni compreso il nuovo 1.0 TSI

Skoda_Rapid_Spaceback_1
La nuova Skoda Rapid Spaceback

Compatta, ma spaziosa. A Ginevra presenta la rinnovata RAPID , con numerose novità e il consueto binomio vincente di eleganza al giusto prezzo.Il rinnovamento estetico di risulta particolarmente evidente nel frontale,con fendinebbia modificati, un sottile listello cromato che collega visivamente le luci, ma anche nei vetri sfumati neri dei gruppi ottici posteriori nel caratteristico lunotto allungato.

Nuova, a partire dalle luci (bi-xeno e a richiesta in tecnologia LED) con il sistema Light Assistant (sistema di assistenza luci), che attiva le luci di marcia diurna all’inserimento dell’accensione e funzioni Coming Home e Leaving Home, e sistema di regolazione automatica delle luci abbaglianti

Nuova, anche in termini di spazio, coi suoi 4,30 m di lunghezza, 1,71 m di larghezza e 1,46 m di altezza ospita comodamente fino a cinque passeggeri. Lo spazio per la testa sui sedili posteriori misura ben 980 mm, lo spazio per le ginocchia è di 65 mm. Con 415 litri di volume, la capacità di carico non teme confronti.

È disponibile per la prima volta con motore 1.0 TSI. Performance brillanti e consumi ridotti sono le doti principali del tre cilindri, proposto in due livelli di potenza: (70 kW), velocità massima 184 km/h, 0 – 100 km/h in 11,0 sec., consumi nel ciclo combinato 4,4 l/100 km, CO2 101 g/km e (81 kW), velocità massima 198 km/h, 0 – 100 km/h in 9,8 sec., consumi nel ciclo combinato 4,5 l/100 km, CO2 104 g/km. Tutti i dati sono provvisori.

Il nuovo motore benzina in virtù della struttura compatta e del basamento in alluminio, pesa 10 chilogrammi in meno rispetto al propulsore 1.2 precedente e assicura una marcia particolarmente fluida e silenziosa. Grazie alle masse libere ridotte, l’albero di equilibratura, solitamente impiegato nella costruzione dei tre cilindri, non è più necessario. Si riducono conseguentemente peso, consumi di carburante ed emissioni di CO2. Contribuisce a questo risultato anche la pompa dell’olio a regolazione continua. L’intercooler del turbocompressore integrato nel condotto di aspirazione fa sì che la pressione di sovralimentazione sia raggiunta in modo veloce.

Per vengono offerti, oltre ai due 1.0 TSI, altri tre motori. Tutti i propulsori sono dotati di sistema Start/Stop automatico e di sistema di recupero dell’energia in frenata e soddisfano la normativa Euro 6 sulle emissioni. I motori Diesel sono tutti a iniezione diretta common rail e dotati di filtro antiparticolato. La gamma comprende: (92 kW), velocità massima 205 km/h, 0 – 100 km/h in 8,9 sec., consumi nel ciclo combinato 4,8 l/100 km, CO2 113 g/km; (66 kW), velocità massima 183 km/h, 0 – 100 km/h in 11,6 sec., consumi nel ciclo combinato 3,9 l/100 km, CO2 103 g/km; (85 kW), velocità massima 198 km/h, 0 – 100 km/h in 9,9 sec., consumi nel ciclo combinato 4,1 l/100 km, CO2 107 g/km.

A bordo di RAPID i passeggeri possono essere “always on” grazie alla funzionalità WLAN (a richiesta). I nuovi servizi Connect sono composti dai servizi di Infotainment Online e dai servizi Care Connect.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori