Porsche Driving Experience: guidare una Porsche non è mai stato così facile

- Federico Ferrero

Porsche Driving Experience offre la possibilità agli appassionati di guida di poter indossare casco e tutta e scendere in pista tra le curve. FEDERICO FERRERO

porsche_marasco_2017
Porsche

Porsche Driving Experience. Quanti di voi sognano, almeno per un giorno, di indossare casco e tuta e scendere in pista per scatenarsi tra le curve? Porsche, con la sua Driving Experience, offre questa possibilità, affiancati da istruttori professionisti e con macchine che di cavalli ne hanno da vendere.

Autoappassionati.it ha vissuto in prima persona una Porsche Driving Experience che comprende diverse tipologie di corsi, della durata di uno o due giorni, durante i quali si imparano i segreti della guida in circuito, sia per migliorare la guida di tutti i giorni sia per poter scatenare la propria passione tra i cordoli. Autoappassionati.it ha partecipato ad una giornata a bordo della nuova 911 GTS con ”scarpe” Michelin Pilot Sport 4S prima e Pilot Sport Cup 2 dopo, siamo scesi in pista a Misano, sul circuito intitolato al compianto Marco Simoncelli. Sei le tipologie di corsi, divisi per livelli di difficoltà: al primo livello troviamo il corso base Warm-up, per apprendere le tecniche basilari della guida sportiva. Segue il Power, svolto interamente in pista e il Precision, l’unione tra i primi due, della durata di due giorni. Passando al secondo livello, e solo dopo aver completato Power e Precision, si può prendere parte al corso Performance, per affinare le competenze acquisite nei corsi precedenti, sempre affiancati da istruttori professionisti.

Al terzo livello, solo per veri amanti della guida in pista, c’è poi il corso High Performance, riservato a pochi partecipanti e della durata di un giorno. In questo caso si imparano le basi della guida sì in pista, ma agonistica, con tanto di prova della 911 GT3, auto dalle prestazioni veramente elevate. La Porsche Driving Experience non si ferma però qui, infatti il corso Race, a bordo della Cayman GT4 Clubsport, dotata di pneumatici slick, permette di affinare la propria guida con un’ottica al 100% agonistica. Un pilota viene dedicato ad ogni cliente, insieme alla telemetria. In vista della stagione invernale c’è poi l’Ice Camp, corsi ideati per chi usa la Porsche per il weekend sulle piste da sci, e come biasimarli. La durata nel caso degli Ice Camp è di uno o due giorni e la scelta è tra 911 Carrera S, 4S e Macan.

Ultimo, ma non per importanza, è il corso Classic, riservato agli amanti della guida di una volta, fatta di quel piacere totalmente diverso che guidare auto storiche, meglio ancora se Porsche, sa trasmettere. Un ottimo modo per conoscere i segreti delle proprie Porsche classiche. Si svolge solo con vettura personale, per la durata di un giorno, sia in area handling, sia in pista. Autoappassionati.it ha scelto il corso Power e siamo rimasti veramente molto soddisfatti per due semplici motivi: la professionalità e l’educazione da parte degli istruttori del team Porsche Driving Experience e, dall’altro lato, per il sano divertimento, senza mai perdere di vista la sicurezza e i propri limiti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori