VASCO ROSSI/ Io bollito? A giugno farò un concerto straordinario

- La Redazione

Il rocker di Zocca risponde sulla sua pagina di Facebook annunciando l’arrivo di una nuova canzone, “I soliti” che verrà inclusa nel docufilm che verrà presentato al Festival di Venezia

vascor400
Immagine d'archivio

“Fermate Vasco, un senso non ce l’ha”. Così recitava l’articolo firmato Renato Tortarolo sul Secolo XIX, in cui il giornalista affermava che “Vasco non sa affrontare il più semplice dei destini: il tramonto”, e sembra che Blasco non l’abbia proprio digerito. Il rocker di Zocca risponde come sempre sulla sua pagina di Facebook annunciando l’arrivo di una nuova canzone, “I soliti” che verrà inclusa nel docufilm che verrà presentato al prossimo Festival di Venezia: “Si tratta di un documentario – scrive Vasco – che racconta la terra nella quale sono cresciuto, Zocca, il profondo legame che lega e in un certo modo spiega la nascita di una rockstar come Vasco Rossi. Pensa che il motto che sta scritto sull’icona della fondazione del paese recita: “Post Fata Resurgo”. Una straordinaria affinità con il mio carattere e la mia turbolenta vita personale e artistica”. Ma non finisce qui perché tra pochissimo lo potremo vedere alle prese con una video poesia sulla Rai e attraverso il libretto di uno spettacolo teatrale che sta curando personalmente, che andrà in scena il 31 marzo 2012 niente di meno che alla Scala di Milano.

Ma la nuova stagione di Vasco Rossi, quella che segnerà la sua rinascita, comincia a giugno dell’anno prossimo, alla faccia di tutti i fan di Ligabue che in questi ultimi giorni, dopo le tante polemiche, lo davano per “bollito”: “A Giugno farò un concerto straordinario che segnerà l’inizio di una nuova era e di un Vasco Rossi che continuerà a scrivere e cantare canzoni, sperimentando nuovi modi espressivi, utilizzando le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e nuovi sistemi più adatti ai tempi nuovi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori