ELTON JOHN/ Libri gender: il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro è un bigotto. Tanti in sostegno di Brugnaro, anche Formigoni

- La Redazione

Il cantante inglese Elton John attacca il sidnaco di Venezia Luigi Brugnaro che ha vietato nelle scuole alcuni libri per bambini che promuovono le teorie gender ecco cosa ha detto

eltonjohn_davidfurnishR439
Immagine di archivio

Mentre Elton John non ha ancora risposto ai tweet del Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Sono tantissimi i messaggi in sostegno di Brugnaro arrivati dalla rete. Il Sindaco è stato attaccato duramente dal cantante, che lo aveva accusato di essere un bigotto a causa della sua decisione di escludere i libri “gender” per i bambini. Immediata la replica via twitter del sindaco di Venezia, che non ha risparmiato parole forti nei confronti della star. Sempre su twitter gli arriva l’appoggio e il sostegno di tanti, come ad esempio, il politico Roberto Formigoni, che si complimenta con il collega per la sua difesa di bambini e famiglia, accusando di faziosità e intolleranza chi lo insulta (clicca qui per leggere il tweet). Lo stesso sindaco ha ringraziato quelli che gli hanno dimostrato la propria solidarietà e il sostegno alle scelte da lui fatte.

Non si è fatta attendere la risposta a Elton John del Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che in una serie di tweet al vetriolo ha ribattuto alla critiche che gli erano state indirizzate dal cantante. L’artista inglese, infatti, aveva duramente criticato le scelte del sindaco Brugnaro, riguardanti i libri gender, accusandolo di essere un bigotto. Brugnaro non si è certo tirato indietro e gli ha risposto per le rime, prima accusandolo di nascondersi dietro all’arroganza tipica di chi è ricco, poi di non aver fatto nulla per Venezia, oltre ad essersi comprato una casa, poi Brugnaro ha voluto sottolineare di non aver nessun problema con le persone omosessuali, pertanto, da uomo libero, non si sente minacciato dalle parole di Elton John, ma anzi lo sfida a donare risorse per salvare la città di Venezia, e passare dalle parole ai fatti, concludendo con un “fora i schei” in dialetto. Brugnaro si conferma per persona schietta che non le manda a dire a nessuno, aspettiamo il prossimo capitolo di questa polemica a suon di tweet e dichiarazioni a mezzo stampa. Clicca qui per vedere i tweet del sindaco di Venezia.

Eccolo di nuovo, dopo la furiosa polemica contro Dolce e Gabbana, in campo ad attaccare chi non è pro gay e pro gender. Tra l’altro proprio in questi giorni i due stilisti hanno fatto marcia indietro dopo diversi mesi dalle polemiche dichiarando che nelle loro parole contro la fecondazione assistita e i figli alle coppie gay c’era esagerazione. Forse il boicottaggio dei vip lanciato dallo stesso Elton John ha cominciato a preoccuparli. Il cantante inglese comunque questa volta ce l’ha con il neo sindaco di Venezia Luigi Brugnaro del centro destra che appena eletto ha fatto togliere dalle scuole 49 libri che secondo lui inneggiavano alla cultura di genere e alle coppie gay. Tra questi anche The Family Book di Todd Parr che Elton in un suo post su instagram dichiara essere tra le letture preferite dei suoi figli. Scrive il cantante che Brugnaro ha “stupidamente deciso di politicizzare i libri per bambini vietando argomenti che riguardano famiglie dello stesso sesso che vivono felicemente”. Così, dice ancora Elton John, “invece di incoraggiare un mondo basato sull’inclusione, la tolleranza e l’amore sta promuovendo una società che crea divisione e favorisce l’ignoranza”. Infine una battuta: “Venezia sicuramente affonderà ma non velocemente come lo sciocco sindaco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori