MICHELE ZARRILLO / L’infarto e il ritorno a Sanremo: “Ho rischiato di morire, ora ho cinque stent al cuore” (Oggi, 9 febbraio 2017)

- La Redazione

Michele Zarrillo, l’infarto e il ritorno a Sanremo: “Ho rischiato di morire, ora ho cinque stent al cuore”. Ultime notizie di oggi, 9 febbraio 2017, sulle condizioni di salute del cantante

Michele_Zarrillo_LaPresse_r439
Michele Zarrillo

Michele Zarrillo è tornato al Festival di Sanremo 2017 a tre anni dall’infarto per il quale ha rischiato di morire. Il cantante di 59 anni ha temuto anche di non poter più tornare a cantare, quindi è stato emozionante per lui salire nuovamente sul palco dell’Ariston. La vita di Michele Zarrillo è cambiata da quel 5 giugno del 2013: «Me la sono vista veramente brutta. Per fortuna non ero in casa da solo, l’ambulanza arrivò in soli sette minuti e l’ospedale era dietro casa mia. Mi operarono d’urgenza e mi misero cinque stent. Ho avuto paura, tanta, di perdere tutto e non solo la carriera» ha raccontato il cantante al settimanale Gente. L’infarto ha costretto Michele Zarrillo ad uno stop forzato, ma ha trovato la forza di reagire grazie al sostegno della compagna Anna Rita e dei tre figli: Valentina, che ha avuto 35 anni fa da un amore di gioventù, Luca e Alice, di 6 e 4 anni, avuti dall’attuale compagna. Il pensiero che potessero crescere senza un padre ha dato a Michele Zarrillo la forza di reagire e guarire. «E poi sono stato davvero miracolato: una parte del mio cuore aveva smesso di battere e solo in rarissimi casi, dopo un infarto come il mio, riprende la motilità. Anche i medici erano sbalorditi» ha aggiunto il cantante, che ha rivelato anche di essersi commosso dopo il primo elettrocardiogramma sotto sforzo. 

Lo spavento per l’infarto ha spinto Michele Zarrillo a cambiare radicalmente il suo stile di vita: la paura di non farcela lo ha portato a smettere di fumare e mangiare in maniera sregolata. Ora che sta per compiere 60 anni ha fatto un bilancio della sua vita, che è cambiata profondamente dopo l’intervento. «Prima non mi godevo nulla, c’era sempre l’ansia di fare, di dimostrare quanto valevo. Adesso, invece, passo le ore a giocare in riva al mare con secchiello e paletta insieme con i miei figli, mi godo un tramonto. È il bello dell’essere in convalescenza, ti senti giustificato a gustarti la vita, ti concedi il lusso di godertela» ha dichiarato Michele Zarrillo al settimanale Gente. Partecipare al Festival di Sanremo 2017, dunque, è già un successo per il cantante, che non canta al palco dell’Ariston per vincere. Lì ha trovato Al Band, che recentemente ha avuto problemi di cuore. Non c’è paragone, però, con quello che ha avuto lui. Lo ha dichiarato lo stesso Michele Zarrillo: «Me la sono vista brutta, ma ora sono rinato e sono più vivo che mai».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori