Nada Ovcina, moglie Gianni Nazzaro/ “Il nostro legame eterno e indistruttibile”

- Emanuele Ambrosio

Nada Ovcina è la moglie di Gianni Nazzaro, l’interprete di “Quanto è bella lei” scomparso all’età di 72 anni. La donna l’ha sposato sul letto di morte…

gianni_nazzaro_nada_ovcina_storie_vere_twitter_2017
Gianni Nazzaro a Domenica In

Nada Ovcina è la moglie di Gianni Nazzaro, l’interprete di “Quanto è bella lei” scomparso all’età di 72 anni dopo una lunga battaglia contro un tumore ai polmoni. A stargli accanto fino alla fine la compagna Nada Ovcina con cui ha condiviso gli ultimi anni della sua vita privata e lavorativa visto che la donna è stata anche il suo agente e ufficio stampa. Un amore importante che ha spinto l’artista a prendere una decisione davvero importante: sposarla in una stanza del Policlinico Gemelli di Roma dove era ricoverato da giorni.  “Lui e io eravamo divorziati e ogni tanto progettavamo di risposarci” ha raccontato la Ovcina dalle pagine del settimanale Nuovo. La donna ha anche aggiunto: “quando le sue condizioni si sono irrimediabilmente aggravate, Gianni mi ha chiesto di diventare sua moglie. Un matrimonio in extremis, celebrato alle tre del mattino in una stanza di ospedale. Ma mi ha regalato un attimo di felicità: l’ultimo, purtroppo, che rende il nostro legame eterno e indistruttibile”.

Gianni Nazzaro e la moglie Nada Ovcina: matrimonio sul letto di morte

Un matrimonio fortemente voluto da Gianni Nazzaro che, poco prima di morire, ha espresso il desiderio di risposare la donna della sua vita: Nada Ovcina. In passato, infatti, l’artista si era già unito in matrimonio con la donna, ma poi il loro amore è naufragato. Gianni e Nada, infatti, erano già stati marito e moglie molti anni addietro e dal loro amore sono nati i figli Giovanni Junior e Giorgia. Poi la coppia si è separata, ma il legame tra i due è sempre stato molto forte. La conferma arriva proprio dalla notizia del matrimonio celebrato sul letto di morte dell’artista che, poco prima di morire, ha rilasciato una intervista al settimanale Nuovo rivelando: “avrei voluto tornare al Festival di Sanremo, ma sono stato messo da parte a favore di artisti spesso privi di talento”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA