NCIS 16 / Anticipazioni 26 maggio 2019: in memoria di un amico di Gibbs

- Morgan K. Barraco

NCIS 16, anticipazioni del 26 maggio 2019, in prima Tv su Rai 2. Gibbs riprende un vecchio caso fra le mani quando la figlia di un suo caro amico esce di prigione.

NCIS 16 Facebook 2019
NCIS 16, in prima Tv assoluta su Rai 2

NCIS 16, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata di oggi, domenica 26 maggio 2019, andrà in onda un nuovo episodio di NCIS 16 in prima Tv assoluta. Sarà il 9°, dal titolo “Dove eravamo rimasti“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana: mentre percorrono un tratto paludoso, due giovani ragazzi trovano il corpo mummificato di un uomo. Secondo Palmer (Brian Dietzen), la vittima si trova in acqua da una settimana ed il corpo è devastato dai morsi dei pesci. Grazie alle placche si scopre che si tratta dell’ufficiale di prima classe Granger (Alex Ball), che secondo le verifiche di Bishop (Emily Wickersham) si trova però vivo in Caserma. Il militare afferma infatti di aver denunciato il furto di credenziali e divisa la settimana prima. Più tardi, Ducky (David McCallum) viene attirato da uno degli ultimi disegni di Palmer su alcuni dettagli anatomici. I due specialisti affermano inoltre che la vittima è stata colpita alle spalle e che il suo collo è stato spezzato prima che cadesse in acqua. Grazie all’autopsia si scopre inoltre che l’uomo morto è un certo Wesley Moore, un informatico che ha usato il tesserino di Granger per accedere ai sistemi informatici della Difesa. Bishop scopre invece che nelle ultime settimane Moore ha ricevuto da una Marines di istanza all’esterno il nominativo di dodici militari uccisi. Alicia Voit però è stata uccisa nello stesso giorno di Moore. In base alle foto dei due, Torres (Wilmer Valderrama) ipotizza che avessero una relazione, ma Bishop è sicura che le email non evidenzino nulla del genere. Gibbs (Mark Harmon) incarica quindi Bishop e McGee (Sean Murray) di andare in Afghanistan ad indagare.

Gibbs impedisce poi che i resti di Voit vengano trasportati altrove e ne pretende il trasferimento al Dipartimento. Il Colonnello Jonah Park (Jason Gerhardt) cerca di opporsi, ma alla fine cede. Più tardi, Sloane (Maria Bello) difende l’operazione segreta di Moore, che ha ricevuto incarico da Voit di indagare sulle morti misteriose dei Marines perché non poteva fidarsi di nessuno dei superiori. Più tardi, il Colonnello entra di nuovo in contrasto con Gibbs e pretende di andare via con il corpo di Voit. Il leader della squadra però ha già ottenuto l’autorizzazione dai suoi superiori. Dopo aver trovato l’auto di Moore vicino alla scena del crimine, Kasie (Diona Reasonover) conclude che il killer potrebbe aver tamponano il mezzo per costringerlo a scendere. Intanto, McGee e Bishop scoprono che secondo i militari il responsabile delle numerosemorti è un terrorista appena arrestato. Aazar Atwa (Bobak Bakhtiari) rivela però che la verità è un’altra: l’operazione è stata supportata da un militare americano. Per parlare però vuole che gli venga garantita la libertà, ma Vance (Rocky Carroll) si rifiuta di scendere a patti con un terrorista. Nelle ore successive, Atwa viene ucciso da un cecchino esperto mentre sta per essere trasferito altrove. Kasie invece risale al proprietario del mezzo che ha tamponato Moore: Xavier Blackburn (Shea Buckner), un uomo che Torres ha incontrato vicino alla scena del crimine. Durante l’interrogatorio, l’ex militare ammettedi aver ricevuto l’ordine di cattura dall’appaltatore Kinneman (Joe Nieves). Più tardi, Ducky comunica a Palmer di volersi ritirare dal lavoro in via definitiva.

ANTICIPAZIONI NCIS 16 DEL 26 MAGGIO 2019

EPISODIO 9, “DOVE ERAVAMO RIMASTI” – Continueremo ad occuparci dell’Afghanistan anche grazie al nuovo caso della squadra, che questa volta riguarderà da vicino Gibbs. La figlia di un suo vecchio amico risulta collegata con un furto avvenuto tre anni prima a casa dell’ammiraglio Padgett. La donna è finita in prigione e Gibbs intende rimetterla in careggiata. Dopo averla seguita in seguito alla sua scarcerazione, Gibbs e McGee coinvolgono Sloane perché finga di inciampare per caso in Angie ed ottenere la sua fiducia. Una ex compagna di cella della donna afferma poi che qualcuno potrebbe volersi approfittare di Angie, come il suo ex fidanzato JT. Più tardi la squadra scopre che qualcuno sta seguendo l’ex ladra e riesce a fermarlo in tempo. Angie e l’ex detenuta però trovano un cadavere mummificato in un vecchio appartamento di JT. In base alle tracce si tratta dell’assistente personale di Padgett ed il sospettato numero 1 per la rapina avvenuta in precedenza, come alleato dall’interno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA