Neymar vs Barcellona/ Il brasiliano porta il club in tribunale: è la terza volta

- Mauro Mantegazza

Neymar vs Barcellona: il brasiliano ora al PSG porta il suo vecchio club in tribunale per la terza volta e chiede un pagamento di 6,5 milioni di euro.

Neymar
Neymar (Foto LaPresse)

Neymar vs Barcellona, atto terzo: purtroppo non è una sfida sui campi da calcio tra la stella ora al PSG e la sua vecchia squadra, bensì una vicenda di soldi che si trascina da molto tempo in tribunale. La storia amara tra Neymar e il Barcellona assomiglia sempre più a un divorzio con gli ex sposi ai ferri corti: infatti è notizia fresca fresca la terza causa intentata dal giocatore brasiliano al club blaugrana, per chiedere in questo caso un altro pagamento di 6,5 milioni di euro, ultimo atto di quella che è una storia ormai infinita. Tutti ricorderete che nel 2017 Neymar lasciò il Barcellona, dove formava un tridente stellare con Leo Messi e Luis Suarez, per andare a giocare nel Paris Saint Germain, che pagò la bellezza di 222 milioni di euro per aggiudicarsi O Ney. Da quel momento tra Neymar e il Barcellona inizia una battaglia fatta di cause, carte bollate e richieste di denaro. Il primo tentativo dell’attaccante risale al febbraio 2018, quando trascina il suo vecchio club in tribunale perché pretende 26 milioni di euro di bonus. Il Barcellona aveva versato 13 milioni di euro di anticipo, ma non ha mai voluto pagare l’altra metà, e aveva chiesto 75 milioni di euro come risarcimento danni per “violazione contrattuale”. Tutto però sembrava finito lì, anche perché nell’estate 2019 si risveglia l’amore tra Neymar e il Barcellona e per tutta l’estate era continuato il tormentone di un possibile ritorno del brasiliano in Catalogna, che aveva molto indispettito il PSG, incrinando anche il feeling tra O Ney e la tifoseria di Parigi.

NEYMAR VS BARCELLONA: GLI ULTIMI SVILUPPI

Il ritorno di fiamma tra Neymar e il Barcellona tuttavia non va a buon fine e a quel punto la situazione precipita. Al Khelaifi, indispettito dai corteggiamenti segreti dei catalani nei confronti del brasiliano, non era mai sceso sotto una richiesta di 200 milioni di euro, aprendo semmai a una cessione di Neymar al Real Madrid. Alla fine niente di tutto questo, Neymar è rimasto al PSG ma qualcosa si è rotto definitivamente con il Barcellona. Si arriva così alla seconda causa, quella del dicembre 2019. In questa occasione O Ney chiede al Barcellona altri 3,5 milioni di euro. Soldi che, sempre secondo il giocatore, gli spetterebbero per il mancato pagamento di una commissione da parte dei blaugrana, caso simile a quello di Arturo Vidal (evidentemente al Barcellona c’è qualche problema in tal senso). Ed eccoci alla terza causa svelata da El Mundo, con richiesta da parte di Neymar di ulteriori 6,5 milioni di euro per le contingenze fiscali che ha dovuto affrontare come persona fisica per i contratti fittizi delle sue firme. Sommando le spese processuali, il totale rivendicato da Neymar tra le varie cause pendenti è di 38,6 milioni di euro. Per ora da Barcellona non commentano e il pressing del suo amico Leo Messi per un ritorno in blaugrana è ancora insistente. Dunque un clamoroso Neymar II a Barcellona sarebbe ancora possibile, ma come può il brasiliano ricucire con un club al quale ha fatto causa per ben tre volte? La svolta potrebbe arrivare col cambio di presidenza e guarda caso al Barcellona le elezioni presidenziali sono state anticipate dall’estate 2021 all’estate 2020. Ci attendono altri mesi bollenti fra Parigi e Barcellona?

© RIPRODUZIONE RISERVATA