Oliver Onions/ I fratelli autori di “Dune Buggy” e “Bulldozer”

- Elisa Porcelluzzi

Gli Oliver Onions, i fratelli Guido e Maurizio De Angelis, hanno composto le colonne sonore di molti film della coppia Bud Spencer e Terence Hill.

Oliver Onions Guido Maurizio De Angelis Wikipedia 640x300
Gli Oliver Onions, Guido e Maurizio De Angelis (Wikipedia)

Gli Oliver Onions sono un gruppo musicale formato dai fratelli Guido e Maurizio De Angelis, principalmente noti come arrangiatori e autori di colonne sonore negli anni Settanta e Ottanta. Guido, classe 1944, si diploma in flauto, mentre Maurizio (classe 1947) studia composizione e armonia. La loro carriera musicale inizia nel 1963 con il singolo “Un vecchio macinino/La goccia d’acqua”, a cui segue nel 1966 il disco “Beat Melody”. Da questo momento si dedicano quasi esclusivamente alle colonne sonore, sia per il cinema che per la televisione, la prima è per il film di Nino Manfredi “Per Grazia Ricevuta”. Realizzano le musiche di numerosi film con Bud Spencer e Terence Hill. Tra le più famose: “Flying Through the Air” per il film “…più forte ragazzi!” (colonna sonora con cui vincono il Nastro d’argento), “Dune Buggy” per “… altrimenti ci arrabbiamo!” e “Bulldozer” per il film “Lo chiamavano Bulldozer”.

Oliver Onions: le colonne sonore e le sigle più famose

Uno dei brani a cui sono più affezionati gli Oliver Onions è “L’ultimo Valzer” dal film “Uno sceriffo extraterrestre poco extra e molto terrestre” con Bud Spencer: “Quel brano e la scena stessa del film in cui Bud spiega al bambino cos’è la musica ci sono nel cuore, anche adesso, ogni volta che la vediamo, ci commuove”, hanno raccontato a Cultura Pop. Per la televisione, gli Oliver Onions realizzano la colonna sonora di “Sandakon”, lo sceneggiato tv con Kabir Bedi: “Per Sandokan, per esempio, cercavamo qualcosa che catturasse subito l’attenzione del pubblico: venne così l’idea di un urlo quasi selvaggio, quello che apre la canzone: lo registrammo a Londra, e capimmo subito che avrebbe funzionato”, ha raccontato Maurizio De Angelis a Panorama. Loro anche le musiche delle serie “Il marsigliese”, “Spazio 1999” e “Orzowei”, come le sigle dei cartoni animati “Galaxy Express 999” e “Le avventure di Marco Polo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA