Patrizia De Blanck/ “GF Vip? Non lo rifarei. Barbara d’Urso mi ha deluso”

- Elisa Porcelluzzi

Patrizia De Blanck fa un bilancio della sua esperienza al Grande Fratello Vip: la contessa si reputa la vincitrice morale ma se tornasse indietro…

Patrizia De Blanck
Patrizia De Blanck al Grande Fratello Vip

Patrizia De Blanck, da poco uscita dal Grande Fratello Vip, racconta la sua esperienza nella casa più spiata d’Italia sulle pagine di Chi. Per la contessa il momento più bello di questa esperienza è stato il giorno del suo 80esimo compleanno: “Mai come in quel giorno ho sentito l’affetto e l’amore degli altri, e anche se oggi sono fuori dal gioco, so perfettamente di essere la vincitrice morale del Grande Fratello Vip”. Da quando è uscita dal reality show ci sono cinque paparazzi fissi sotto casa e sui social ha superato i 40 mila follower. Nonostante tutto però il pubblico ha deciso di eliminarla: “Un classico per chi si espone”. Patrizia De Black reputa il GF Vip un esperimento sociale troppo sadico e “tornassi indietro non lo rifarei”. La contessa si è sentita privata della sua libertà e sopratutto ha sentito la mancanza di persone adatte, tolto Fulvio Abate, con le quali affrontare certe tematiche.

PATRIZIA DE BLANCK: GIOIE E DOLORI NELLA CASA DEL GF VIP

Durante i suoi 56 giorni chiusa nella casa del Grande Fratello Vip, Patrizia De Blanck si è fatta una idea molto chiara di alcuni coinquilini: “Stefania Orlando è la vera stratega di questa edizione”. Giulia Salemi è una ragazza “senza lode e senza infamia”. Mentre a Tommaso Zorzi non perdona la lezione di bon ton per aver mangiato due chicchi di riso prima di tutti gli altri. Non sono mancate delusioni fuori dalla casa: “Da Barbara d’Urso, che conosce bene me e la mia famiglia, mi sarei aspettata un trattamento diverso”. La contessa non perdona chi, nei salotti televisivi, ha fatto insinuazioni poco carine sulla sua igiene personale e ribadisce che l’odore di fogna della sua stanza nella casa del Gf Vip proveniva dal bagno. A 80 anni suonati Patrizia De Black non ha paura di parlare della morte: “Vorrei vivere fino a quando il cervello sarà dalla mia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA