Plasma iperimmune, lo studio “terapia non funziona”/ Bassetti “no benefici mortalità”

- Niccolò Magnani

Plasma iperimmune convalescente, la terapia non funziona? I risultati dello studio NEJM sono tutt’altro che incoraggianti: Bassetti “no benefici sulla mortalità Covid”

Uso del plasma come terapia contro il Covid-19
Uso del plasma come terapia contro il Covid-19 (Web, 2020)

Svolta e non positiva sulla ricerca scientifica in merito alla terapia con plasma iperimmune di pazienti già malati e poi guariti dal Covid-19: uno studio pubblicato sull’autorevole “New England Journal of Medicine” chiarisce nelle sue conclusioni, «Nessun effetto significativo sullo stato clinico dei pazienti e sulla mortalità complessiva di chi ha ricevuto la terapia del plasma». La ricerca durata mesi è stata randomizata sulla terapia del plasma con il confronto con placebo in soggetti con forme gravi di Covid-19: ebbene, lo studio esaminando 228 pazienti (che hanno ricevuto il plasma da convalescente) e 105 con placebo, non ha portato a risultati entusiasmanti. Secondo i ricercatori dell’Hospital italiano di Buenos Aires, citati nello studio del “NEJM”, dopo 30 giorni non si notava alcuna differenza significativa nei risultati clinici tra il gruppo che ha avuto il plasma e chi il placebo. La mortalità complessiva è stata «del 10,96% nel gruppo del plasma convalescente e 11,43% nel gruppo placebo».

PLASMA NON FUNZIONA? IL PARERE DEL PROF. BASSETTI

Queste conclusioni scientifiche sulla terapia che ha rappresentato e rappresenta ancora una delle maggiori speranze scientifiche in attesa del vaccino anti-Covid a pieno regime, ovviamente non danno buone speranze per il prossimo futuro. Sembra così confermarsi quanto solo qualche giorno fa la dottoressa Daniela Di Stefano, primaria della Terapia intensiva del Garibaldi di Catania, spiegava ai colleghi de La Sicilia: sul plasma iperimmune «ci sono buoni risultati quando viene somministrato nelle prime fasi della malattia, quando cioè la polmonite è ancora moderatamente grave. Nelle fasi più avanzate, invece, quando ormai la compromissione delle funzionalità d’organo è troppo avanti e quando la polmonite ha praticamente distrutto i polmoni del paziente a quel punto gli effetti benefici sono difficili ad aversi». Commentando l’ultima ricerca sulla prestigiosa rivista scientifica, il professor Matteo Bassetti (infettivologo del San Matteo di Genova, membro del Cts anti-Covid di Regione Liguria) scrive su Facebook: «Mi spiace deludere le aspettative di molti, ma il plasma dei guariti non funziona. E’ stato infatti appena pubblicato sulla più prestigiosa rivista di medicina al mondo, il New England Journal of Medicine un articolo che illustra i risultati di uno studio randomizzato in cui il plasma confrontato con il placebo in soggetti con forme gravi di Covid non ha dato alcun beneficio sulla mortalità». Questo tipo di medicina, conclude Bassetti, «è basata sull’evidenza».



© RIPRODUZIONE RISERVATA