SONDAGGIO BALLARO’/ Il Pdl vincerebbe le elezioni, ma il gradimento per Berlusconi è scarso

- La Redazione

Nel corso della puntata di Ballarò del 9 novembre è stato presentato un sondaggio sulle intenzioni di voto degli italiani e sulla loro percezione della situazione politica dopo il discorso di Fini a Perugia.

BerlusconiArrabbiatoR400-1
Silvio Berlusconi (Imagoeconomica)

Nel corso della puntata di Ballarò del 9 novembre è stato presentato un sondaggio sulle intenzioni di voto degli italiani e sulla loro percezione della situazione politica dopo il discorso di Fini a Perugia.

Le intenzioni di voto degli italiani, in un ipotetico scenario di urne aperte, il gradimento nei confronti dei leader politici e non solo e l’opinione sulla rottura di Fini operata a Perugia: questi i temi principali del sondaggio realizzato dall’Ipsos per la puntata di Ballarò del 9 novembre e intitolato Prove tecniche di alleanze?. Sarebbe ancora il Pdl ad assicurarsi la maggioranza relativa dei voti, se si votasse domani, con il 26,5% delle preferenze, seguito dal Pd con il 23,4, dalla Lega, con l’11,6, dall’Idv, con il 7,6 e dall’Udc con il 5,8. Sui leader politici e non solo maggiormente apprezzati dagli italiani, poi, il sondaggio rivela alcune sorprese. Al vertice della classifica si colloca il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sul quale esprime apprezzamento l’80 per cento degli intervistati. Seguono, con parecchio distacco, Giulio Tremonti, Emma Marcegaglia e Luca Cordero di Montezemolo, apprezzati dal 50 per cento. In questo sondaggio, solamente il 37 per cento dei cittadini dichiara di apprezzare Berlusconi.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Dopo il discorso di Fini a Perugia, in cui il capo dei futuristi ha chiesto le dimissioni di Berlusconi per aprire una seconda fase, il 50 per cento degli intervistati pensa che il premier dovrebbe, effettivamente, rimettere il proprio mandato, il 41 per cento che no deve cadere nella trappola del presidente della Camera. Ben il 55 per cento, infine, crede che possa esistere, oggi, in Italia, un alleanza di centrodestra priva di Berlusconi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori