MANOVRA FINANZIARIA 2011/ Oggi il voto alla Camera, l’ok previsto in serata

- La Redazione

Dalle 10 la manovra è all’esame dell’Aula di  Montecitorio, che si accinge al voto finale, atteso attorno alle 19. E’ prevista l’approvazione definitiva in serata

Camera_PresidenzaR400
Foto Imagoeconomica

Dopo il sì al Senato, con 161 voti favorevoli e 135 contrari, la manovra finanziaria è stata approvata in serata in Commissione Bilancio alla Camera. Le opposizioni, come preannunciato, non hanno presentato alcun emendamento per favorirne il varo in tempi record. Dalle 10 la manovra è all’esame di Montecitorio, che si accinge al voto finale, atteso attorno alle 19. Se tutto procederà come da copione, la legge sarà licenziata senza intoppi entro sera. Idv, Pd e Udc, infatti, riconoscendo l’eccezionalità del momento, si sono accordati sui tempi rapidi per rispondere alle sollecitazioni delle istituzioni europee e a quelle del presidente della Repubblica. E hanno deciso che, pur votando contro, non faranno, come in questi casi è consuetudine, ostruzionismo. Ieri, intanto, oltre al ministro Tremonti (che si detto «onorato» di avere a che fare con una simile opposizione) anche il presidente del Senato Renato Schifani ha voluto ringraziare l’opposizione per il senso di responsabilità dimostrato. 

«Questa – ha detto – è una risposta forte, ispirata al principio della solidarietà istituzionale e della coesione nazionale cui ci richiama sempre, quasi quotidianamente, il nostro presidente della Repubblica. Sarei felice – ha aggiunto – se momenti come questi, non dietro la spinta di un’emergenza ma dietro la quotidianità della politica, si potessero ripetere, in una logica di confronto e di rispetto reciproco». L’entità della manovra, dopo le correzioni in Senato, ha raggiunto i 70 miliardi di euro. Attualmente, è previsto per il 2013 un impatto da 13,8 miliardi, nel 2014 47,3 miliardi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori