GOVERNO/ Calderoli: “Mai litigato con Berlusconi”

- La Redazione

Hanno aperto oggi presso la Villa Reale di Monza tre uffici dei ministeri per le Riforme, per la Semplificazione e dell’Economia. Calderoli: “Non abbiamo mai litigato con Berlusconi”

Calderoli_RogoR400
Calderoli ha presentato una proposta di legge per decentrare i ministeri

Hanno aperto oggi presso la Villa Reale di Monza tre uffici dei ministeri per le Riforme, per la Semplificazione e dell’Economia che vede titolari il leader della Lega Umberto Bossi, Roberto Calderoli e Giulio Tremonti. Si tratta di uffici ministeriali ma, dopo l’annuncio di Bossi dal palco di Pontida dell’anno scorso di voler trasferire dei ministeri al Nord, rappresentano per la Lega una vittoria: “È una sfida e una realizzazione di un sogno. – ha detto questa mattina Roberto Calderoli – Oggi è un’ottima giornata, lo è stata ieri, e spero anche domani. Credo che sia estremamente importante che il territorio viva l’attività di governo, e apriremo anche uno sportello del cittadino dove chiunque si potrà rivolgere per un qualsiasi problema con il governo centrale, e noi ci incaricheremo di riportarlo e risolverlo”. Sulla utilità delle sedi di Monza, Calderoli ha fatto sapere che “tutte le associazioni che vogliono portare un’idea al governo possono rivolgersi qui senza inutili viaggi della speranza con spreco di denaro e di tempo come accade oggi”. Serviranno quindi per “una iniezione di nuove teste pensanti, sarà un pensatoio con una serie di seminari che affronteranno tutti i temi principali per il rilancio della nostra economia”.

CLICCA QUI SOTTO > PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

La Lega, continua Calderoli, ha portato avanti queste iniziative “in modo chiaro e il fatto che anche in questa occasione quattro dei ministeri che ci saranno a Villa Reale due siano del Pdl significa che lo stesso Pdl ha condiviso questo progetto”. Infatti secondo Calderoli, “non c’è bisogno di far pace con Berlusconi perché non abbiamo mai litigato con lui”. Infine, per quanto riguarda l’approvazione in Consiglio dei ministri del ddl di riforma costituzionale, Calderoli ha fatto sapere che “c’è da lavorare in equipe intorno alla stessa che diventerà la riforma di tutti. Mi auguro anche dell’ opposizione”.      

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori