Rivian vale più di Volskwagen/ Prodotte solo 200 auto, ma è terza al mondo per valore

- Chiara Ferrara

Rivian, azienda che produce auto esclusivamente elettriche, vale più di Volskwagen, seppure il suo ingresso a Wall Street risalga soltanto allo scorso 11 novembre.

rivian

Rivian, secondo quanto riporta Agi, vale più di Volskwagen, seppure il suo ingresso a Wall Street risalga soltanto allo scorso 11 novembre. La sua crescita è stata incredibile, tanto che l’azienda si ritrova adesso al terzo posto della lista di case di produzione di auto per valore. Il suo è di 130 miliardi. Più di Ford (76 miliardi) che ci ha investito, più di General Motor (90 miliardi) e addirittura più di Volkswagen (129 miliardi).

Un altro indice di quanto il successo di Rivian sia straordinario è rappresentato dal numero di auto prodotte nel 2020. L’azienda produttrice di auto elettriche, infatti, ne ha realizzate soltanto 200, mentre quelle nel medesimo arco di tempo sono state addirittura 9 mila. Un dato che può sembrare paradossale, ma la casa che ha tra i suoi investitori colossi come Amazon (20% e 13 miliardi investiti) e Ford (13% e 500 milioni investiti) non sembra avere dubbi in merito al fatto che questa è la strada giusta. Gli effetti, d’altronde, lo dimostrano.

Rivian vale più di Volskwagen: come è possibile?

In molti si stanno chiedendo come sia possibile che Rivian vale più di Volskwagen. Il motivo sta nel fatto che la casa di produzione di auto elettriche, nata nel 2009 ma sbarcata a Wall Street soltanto qualche giorno fa, dalla sua quotazione ha raccolto una marea di investimenti. In molti hanno creduto in tale azienda perché sono consapevoli del fatto che potrebbe diventare un colosso del settore.

La fiducia nelle auto elettriche, d’altronde, è un must in questi anni. In tanti credono che presto il mondo abbandonerà i mezzi a combustione, anche se non è chiaro quando e se ciò accadrà. Il mondo dell’economia, ad ogni modo, si è già espresso in tal senso, puntando tutto su aziende come Rivian. Fino a poco tempo fa non era neanche conosciuta, mentre adesso è più un leader che una promessa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA