M5S/ Pomezia, il sindaco Fabio Fucci dopo l’aggressione: stiamo lavorando bene, non ci arrenderemo mai

Dopo l’aggressione subita ieri da parte di due commercianti ambulanti, il neo sindaco di Pomezia Fabio Fucci commenta quanto accaduto con un post pubblicato sul blog di Grillo

27.06.2013 - La Redazione
mov_5stelle_tshirt439
Infophoto

Dopo l’aggressione subita ieri da parte di due commercianti ambulanti, il neo sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha commentato quanto accaduto in un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo. “Tutto è nato da una delibera della giunta che rispetta quanto promesso in campagna elettorale”, scrive il primo cittadino del Movimento 5 Stelle. “Per l’estate vogliamo puntare su iniziative culturali: un segnale forte per far rinascere questa città partendo dalla cultura, che per troppo tempo è stata dimenticata. La delibera privilegia le iniziative culturali che investissero soprattutto il litorale. In questi anni le uniche iniziative sono state distese di bancarelle che vendevano prodotti di bassa qualità. Quindi i gestori di queste attività, tra cui Fedele, ex sindaco di Pomezia, hanno protestato”. Uno degli aggressori, infatti, era l’ex sindaco della cittadina del Lazio negli anni Novanta, Walter Filippo Fedele. “Li abbiamo ricevuti – prosegue Fucci – e abbiamo spiegato loro il senso del provvedimento. Dopo di che hanno aggredito me e il vicesindaco, Elisabetta Serra, prima verbalmente e poi fisicamente. Io ho preso uno schiaffo, la Serra un pugno. Le forze dell’ordine hanno evitato che succedesse qualcosa di peggio”. “Noi stiamo lavorando bene – conclude il sindaco – I cittadini ci hanno mandato attestati di solidarietà e stima, così come il prefetto e il ministro dell’Interno. Adesso siamo impegnati a tempo pieno per l’approvazione del bilancio che andrà fatta entro il 30 settembre. Non ci arrenderemo mai”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori