TEATRO DELL’OPERA/ Affittato per una festa techno, la rabbia degli orchestrali

L’Opera di Roma venerdì scorso è stato affittato per una festa privata di una azienda di moda. Tutto a pochi giorni dal licenziamento degli orchestrali, che si sono indignati.

13.10.2014 - La Redazione
Teatro_dellOpera_di_Roma__Silvia_Lelli_20120119_53
Immagine di archivio

L’Opera di Roma venerdì scorso è stato affittato per una festa privata di una azienda di moda. Tutto a pochi giorni dal licenziamento degli orchestrali, che si sono indignati. Proprio venerdì ricorreva l’anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, ed è stato ricordato con musica techno assordante, cubisti mascherati, donne e uomini in mise elegante con al volto mascherine. Insomma il teatro si è trasformato in una discoteca: “è come aprire un casino in un tempio sacro”, è uno dei commenti su Facebook al post della pagina del teatro, che dà la notizia della festa. Nelle foto postate sul social network si vedono ballerini mascherati su dei piedistalli, il tavolo del dj sul palcoscenico e i palchi dell’Opera sullo sfondo, tutto con lo sfondo di una scenografia ultramoderna. Non si sa quanto abbia incassato l’Opera dall’affitto del teatro. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori