ROMA/ A undici anni con droga e coltello in tasca: il padre lo schiaffeggia in pubblico

Il ragazzino di undici anni aveva in tasca droga e un coltello a serramanico, si trovava in macchina con il padre, a Roma, quando è stato fermato dalla Finanza: non è punibile.

09.10.2014 - La Redazione
guardia-finanza
Immagine di archivio

È stato sorpreso dalla Finanza con un coltello a serramanico e alcune dosi di marijuana in tasca, l’undicenne era insieme al padre, ignaro, e non è punibile. La punizione però l’ha avuta dal padre, che lo ha schiaffeggiato e rimproverato davanti ai finanzieri. L’uomo un pregiudicato quarantenne è stato fermato con il figlio “spacciatore” a un posto di blocco della Finanza a San Lorenzo, a Roma, nel corso di una serie di controlli per contrastare lo spaccio di droga nelle serate della movida. Il padre del ragazzino si è scusato con gli investigatori, e l’undicenne è stato segnalato all’autorità giudiziaria perché non punibile per motivi di età, mentre droga e coltello sono stati sequestrati. Un’operazione che ha portato anche alla denuncia di altri quattro spacciatori sorpresi con dosi di stupefacenti e multato 14 ristoratori per irregolarità amministrative. E sempre nell’ambito dei controlli, sono state identificate più di cento persone e fermati 150 veicoli. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori