MULTE/ A Roma arriveranno via mail. I vigili: ecco perché conviene

- La Redazione

Le multe a Roma arriveranno via mail. L’idea porta la firma del comandante dei vigili urbani Raffaele Clemente. “Faremo usare meno ai romani il telefono e più il web”

vigili_milano_R439
Infophoto

Le multe a Roma arriveranno via mail. L’idea porta la firma del comandante dei vigili urbani Raffaele Clemente. “Per arrivare a quell’obiettivo, bisogna lanciare una grande campagna civica sulla posta certificata”, dice il comandante. “Faremo usare meno ai romani il telefono e più il web, e anche noi avremo la possibilità di essere più puntuali negli interventi”. Un obiettivo che troverà applicazione entro il 2014. “Il portale servirà a chiedere interventi direttamente alla sala operativa che fa muovere le pattuglie, e il richiedente saprà esattamente a che punto è l’intervento”, spiega Clemente a “La Repubblica”. Clemente sogna di far abbandonare i taccuini ai vigili, non solo: di notificare le contravvenzioni attraverso le mail, e di una gestione del rapporto tra cittadini e amministrazione tramite posta certificata. Il fine sarebbe quello di risparmiare soldi e tempo per tutti. È “una via alla trasparenza, la migliore, ma anche più economica e sicuramente più percorribile per il futuro. Forse è l’unica scelta per il futuro”, dice il comandante. Intanto al comando di via Consolazione “Stiamo blindando – dice Clemente  – sia da un punto normativo che tecnico il nostro portale di comunicazione per i cittadini”. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori