MANICHINO CROCIFISSO/ Ponte Sant’Angelo: provocazione al Vaticano, l’opera di Stefano Pierotti

- La Redazione

Un manichino pesante cinquanta chili raffigurante una donna crocifissa con macchie di sangue è stato trovato su un banchina del Tevere sotto Ponte Sant’Angelo

Vaticano_veduta
Immagine di archivio

Provocazione d’artista, come si usa dire, quella di Stefano Pierotti che aveva in precedenza pubblicato la foto sulla sua pagina facebook. Un manichino di gesso raffigurante una donna crocifissa con macchie di sangue. Si intitola “La sacrificia” e l’altra notte è stata adagiata sotto a Ponte Sant’Angelo a Roma con il capo puntato verso il Vaticano, a voler sottolineare i destinatari della macabra opera d’arte. Ieri mattina poi il papa celebrava la messa per il Giubileo dei diaconi. E’ stata scoperta da alcuni passanti su una banchina del Tevere, immediato l’intervento dei vigili urbani che l’hanno rimossa. Una indagine è in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori